Mercoledì 21 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento 18:51
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Il Venezuela si ritira dall'Organizzazione degli Stati Americani

«Ci liberiamo dal 'Ministero delle colonie degli Stati Uniti', organismo interferente e irrispettoso dei principi democratici e del diritto internazionale. La nostra patria bolivariana e indipendente dice addio all'Osa», così il Presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela Nicolàs Maduro in un messaggio su Twitter, allegando un video del Presidente Hugo Chavez Frìas del 25 marzo 2009 in cui denunciava l'inerzia dell'Osa [in spagnolo Oea n.d.r.] di fronte alle aggressioni statunitensi subìte dai paesi latinoamericani: «Quando si è pronunciata riguardo tutte le aggressioni che ha subìto Cuba? Quando si è pronunciata su tutte le aggressioni ai danni del Venezuela, compreso il colpo di Stato del 2002, e su tutto ciò che è accaduto qui?»

Il comunicato ufficiale del Governo Bolivariano, diffuso nella giornata del 27 aprile, afferma: «Il governo della Repubblica Bolivariana del Venezuela, fedele ai suoi principi repubblicani e democratici e in conformità alla sua Costituzione Nazionale e al diritto internazionale, annuncia alla comunità internazionale e ai popoli del mondo, la rottura delle catene che l'hanno legata alla dittatura imposta dagli Stati Uniti nell'Organizzazione degli Stati Americani».

Secondo il Governo venezuelano, l'organizzazione è responsabile della «destabilizzazione democratica in America Latina», secondo il governo bolivariano, che aggiunge un monito e un avvertimento a tutta la comunità internazionale: «la dittatura impiantata nell'Osa è una minaccia per la pace e la sicurezza regionale e internazionale [...] in questo senso, il governo della Repubblica bolivariana del Venezuela avverte la comunità internazionale delle azioni future che questo gruppo guerrafondaio intende intraprendere contro la nostra nazione in franca violazione del diritto internazionale».

La comunicazione di fuoriuscita dall'Osa da parte del Venezuela arriva all'indomani delle nuove sanzioni imposte dagli Usa allo stato latinoamericano, in particolar modo nei confronti del Ministro degli Esteri Jorge Arreaza il quale, a seguito della comunicazione ricevuta ha dichiarato che si tratta di una «misura disperata» da parte del presidente degli Stati Uniti d'America Donald Trump a seguito del suo intervento del 18/04/2019 alle Nazioni Unite in cui ha denunciato «il blocco economico da parte degli Usa nei confronti del Venezuela».

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi