Lunedì 17 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento 09:10
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Sindaco della Puglia coperto di insulti e offese per essersi prodigato in favore dei migranti in una situazione di emergenza
In Germania se aiuti i migranti poi finisce che ti sparano alla testa. In Italia ti coprono di insulti. La sostanza non cambia. Il caso stavolta ha del paradossale perché il vicesindaco di Avetrana, Alessandro Scarciglia (politicamente di destra e ultimamente senza tessere di partito), si è visto coprire di insulti e offese sui social network. La sua "colpa" è stata quella di essersi prodigato per l'accoglienza ai 73 migranti, pakistani sbarcati domenica sulla spiaggia di Torre Colimena, marina di Manduria.
A lui esprime solidarietà la Cgil di Taranto "per l'aggressione via web" e lo ringrazia "per il lavoro istituzionale impeccabile e per aver "fatto il buon amministratore". Su richiesta dei carabinieri, che chiedevano la disponibilità di locali per sistemare temporaneamente i profughi, Scarciglia domenica ha messo a disposizione, in rappresentanza dell'amministrazione, il campo sportivo. Grazie a un ristoratore del posto, al titolare di un negozio di casalinghi e alla generosità dei cittadini, i migranti hanno ricevuto un pasto caldo, bottigliette d'acqua, bicchieri posate, indumenti e scarpe. L'operazione di accoglienza è stata coordinata dallo stesso Scarciglia e dal consigliere di minoranza Micelli.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi