Martedì 15 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento 16:48
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Isarale, polizia dal grilletto facile contro gli ebrei-etiopi. Continuano le proteste
Non sembrano destinate a placarsi le proteste degli ebrei etiopi dopo l'uccisione domenica scorsa di Salomon Tekah (19 anni) da parte di un agente di polizia israeliana in quel momento non in servizio durante un alterco nel sobborgo di Kiryat Haim a Haifa. Oggi sono in corso i suoi funerali e membri della comunità, citati dei media, hanno annunciato la programmazione di altre manifestazioni in tutto il paese. Già ieri sera si sono avuti scontri proprio a Haifa. Il timore è che si possano ripetere gli incidenti avvenuti nel 2015 culminati in un confronto violento tra dimostranti della comunità ebreo-etiope e polizia a Piazza Rabin nel centro di Tel Aviv. Il poliziotto - che per la sua azione è stato messo agli arresti domiciliari il località sconosciuta - ha detto di aver agito contro Tekah ritenendosi in pericolo di vita. Una ricostruzione contestata dai familiari della vittima e dalla comunità ebreo-etiope.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi