Martedì 25 Febbraio 2020 - Ultimo aggiornamento 12:00
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
La Cgil rilancia l’allarme sugli ammortizzatori sociali e ne sollecita lo sblocco
 “Migliaia di lavoratrici e lavoratori attendono, ormai da mesi, il pagamento della cassa integrazione straordinaria, loro unica fonte di reddito – ha dichiarato ieri la segretaria confederale Tania Scacchetti - occorre immediatamente autorizzare i pagamenti: per questo è urgente la nomina del nuovo Direttore Generale degli Ammortizzatori Sociali del Ministero del Lavoro. È gravissima la sottovalutazione da parte del Dicastero degli effetti che il ritardo di questa nomina del Direttore sta causando ai lavoratori già colpiti dalla crisi, impedendone la continuità salariale in presenza di un rapporto di lavoro, o, in caso di cessata attività, l’unico sostegno”.

La Cgil nazionale sollecita anche la soluzione della vertenza delle lavoratrici e dei lavoratori degli appalti di pulizia: “Vanno trovate soluzioni occupazionali e reddituali per tutte le lavoratrici e i lavoratori degli appalti di pulizia nelle scuole, anche per i 3 mila rimasti esclusi dall’internalizzazione. Il Governo, dopo l’ennesima grande mobilitazione, deve convocare subito Cgil, Cisl e Uil e garantire a tutti un posto di lavoro”, si legge in una nota della Cgil in occasione dello sciopero nazionale appalti pulizie scuole promosso da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti. Intanto crescono le polemiche sulle pensioni. Oggi sui giornali di destra attacchi alla Cgil e al suo segretario generale Maurizio Landini per le proposte sull’uscita a 62 anni dal mercato del lavoro. Contro la proposta della Cgil scende in campo anche l’ex ministro Elsa Fornero. Il 27 gennaio l’incontro con il governo. Oggi si discute il nuovo Rapporto sulla contrattazione di secondo livello. Giovedì il segretario generale della Cgil Maurizio Landini sarà a Bruxelles per partecipare a due iniziative organizzate dal patronato della Cgil, l'Inca, e dall'associazione Itaca sull’Europa sociale e il lavoro per chi emigra (vedi più avanti). Venerdì a Genova il ricordo di Guido Rossa, delegato metalmeccanico e attivista politico ucciso dalle Br nel 1979.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi