Mercoledì 12 Agosto 2020 - Ultimo aggiornamento 09:28
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Brasile, respinto il ricorso di Lula contro la condanna per il caso Atibaia
I giudici del Tribunale regionale federale della 4a Regione (Trf-4, equivalente a una Corte di appello) hanno respinto all'unanimità un ricorso dell'ex presidente brasiliano, Luiz Inacio Lula da Silva, contro la condanna per il caso del podere di Atibaia: lo rende noto il portale di notizie G1. Anche la richiesta di nuovi approfondimenti di indagine è stata respinta. L'obiettivo della difesa di Lula era di ottenere nuove prove sugli accordi di delazione premiata firmati dai dirigenti della holding Odebrecht, che hanno contribuito a basare la condanna dell'ex presidente.
La causa è la seconda per la quale Lula risponde nell'ambito dell'inchiesta 'Lava Jato', considerata la Mani Pulite verdeoro. L'ex capo di Stato è stato condannato in secondo grado a 17 anni, un mese e dieci giorni per i reati di corruzione e riciclaggio di denaro. Lula è accusato di aver ricevuto durante il suo governo (2003-2010) tangenti da imprese edili, che avrebbero ristrutturato e decorato un podere ad Atibaia, nell'entroterra San Paolo, in cambio di benefici nei contratti tra Odebrecht e Petrobras.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi