Giovedì 22 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento 18:13
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Lava Jato, la Corte Costituzionale del Brasile dà ragione agli avvocati di Lula sull'accesso ai messaggi
La Corte costituzionale brasiliana ha dato ragione alla difesa di Luiz Inacio Lula da Silva che chiedeva l'accesso ai messaggi intercorsi tra i magistrati e il giudice che ha condannato l'ex presidente della Repubblica nell'ambito dell'operazione Lava Jato, la Mani Pulite brasiliana. Con quattro voti a uno, la seconda sezione della Corte suprema ha respinto il ricorso dei procuratori della Lava Jato che si opponevano alla richiesta dei legali di Lula di poter esaminare i messaggi emersi nel 2019 durante l'operazione Spoofing, l'inchiesta sull'hackeraggio dei telefoni e degli account di messaggeria Telegram dell'ex giudice Sergio Moro, del pm Deltan Dallagnol e di altri esponenti del pool della procura che indagavano su Lula.

I legali di Lula vogliono esaminare i messaggi intercorsi tra la procura e il giudice per cercare di annullare la condanna inflitta da Moro all'ex presidente, provando che c'è stata una "persecuzione politica" nei confronti dell'ex capo dello stato di sinistra. Sergio Moro, lasciata la magistratura, è diventato ministro della Giustizia del governo di Jair Bolsonaro. Carica che ha poi lasciato il 24 aprile dello scorso anno in aperta polemica col presidente di estrema destra.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi