Sabato 24 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento 11:42
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Da gennaio oltre 500 morti nei luoghi di lavoro
Dall'inizio dell'anno sono documentati 539 lavoratori morti per infortuni sui luoghi di lavoro e oltre 1.150 se si aggiungono i morti sulle strade e in itinere (stima minima su percentuali rispetto ai morti sul lavoro che ogni anno si rilevano costanti con variabili del 50/55% sul totale delle morti). Tra l'altro, di altri tantissimi lavoratori (oltre 500) che muoiono sulle strade e in itinere, e non solo, si sa solo che hanno denunciato la morte di un parente e che la loro morte non è riconosciuta come infortunio mortale, e spesso viene riconosciuta solo dopo lunghi processi. Sono i dati diffusi dall'osservatorio Indipendente di Bologna sui morti sul lavoro, curato da Carlo Soricelli. Dal 1 gennaio 2008, giorno d'apertura dell'Osservatorio, sono stati monitorati 3.689 lavoratori morti sui luoghi di lavoro comprese le vittime morte anche molto tempo dopo a causa dell'infortunio. Con le morti sulle strade e in itinere si arriva a superare le 7.200 vittime.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi