Domenica 22 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento 17:07
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Operaio, morì sul lavoro i datori lo gettarono in discarica. Senza identità per 4 anni
Ritrovato il corpo di un operaio romeno morto in un cantiere, il cui cadavere poi è stato nascosoto per quattro anni in una discarica.

"Sono disgustato dal comportamento di questa gente - ha dichiarato Marco Bazzoni, Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza Firenze - che ha pure il coraggio di definirsi "datore di lavoro". Altro che semplificare la sicurezza sul lavoro, bisognerebbe inasprire le pene per i responsabili delle morti sul lavoro".

L'operaio morto, l'uomo è Mihai Istoc, romeno.

Istoc, di 45 anni ha perso la vita cadendo nel 2009 da un ponteggio in un cantiere dalle parti di Venaria, nel Torinese. I datori di lavoro adesso sono stati accusati di occultamento di cadavere.

Hanno infatti pensato di far sparire ogni traccia dell'accaduto, visto che la vittima è stata assunta in nero e inoltre stava lavorando senza alcuna imbracatura di sicurezza.

Il suo corpo privo di vita è stato poi gettato su un divano in una discarica abusiva tra i boschi dell’Astigiano dove 10 giorni dopo è stato trovato da due cacciatori di cinghiali senza documenti.

Quel corpo senza identità è rimasto tale per 4 anni, in Romania invece la moglie e i due figli lo hanno cercato disperatamente. Solo il test del Dna ha svelato e così ridato un nome ed un cognome alla vittima.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi