Domenica 19 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento 22:25
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Ilva: Cgil, manca prevenzione, vicini a famiglia e colleghi operaio morto
“L'incidente registrato oggi nello stabilimento Ilva di Taranto, e che ha causato la morte dei un operaio, dimostra come permangano con evidenza ancora situazioni di mancata prevenzione all'interno del polo siderurgico pugliese”. E' quanto si legge in una nota del responsabile Salute e sicurezza della Cgil Nazionale, Sebastiano Calleri, che a nome dell'intera organizzazione sindacale “si unisce al dolore della famiglia e allo sdegno dei colleghi e colleghe di lavoro di Angelo Iodice”.

Il dirigente sindacale di corso d'Italia rileva poi, “come sembra emergere dai primi riscontri, che ancora una volta è coinvolto in un incidente un addetto alle manutenzioni delle ditte in appalto. Ed è proprio in questo segmento che si determina il combinato disposto di mancata formazione e informazione, poca prevenzione e tendenza alla contrazione dei costi a causa della crisi, alla base del maggior numero di eventi luttuosi e gravi”.

Per altro, prosegue Calleri, “sembra che tutto sia avvenuto anche in seguito allo sversamento di materiali pericolosi in un'area dello stabilimento stesso. Come rappresentanti dei lavoratori chiediamo che sia fatta celermente chiarezza sulle responsabilità, e saremo al fianco dei lavoratori e lavoratrici e delle nostre rappresentanze. Infine, va sottolineato come le passate settimane siano state caratterizzate da innumerevoli e tragiche morti sul lavoro: non bisogna perciò abbassare la guardia e fare della prevenzione nei confronti degli incidenti sul lavoro, così come delle malattie professionali, un impegno centrale per il nostro paese e per il sistema produttivo tutto”, conclude.  
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi