Sabato 25 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento 19:42
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Catania, se sedici ragazzine dicono basta alle aggressioni contro i migranti e decidono di difendere il "vu cumprà" cingalese
Sedici ragazzine hanno difeso e aiutato un commerciante Cingalese aggredito da un gruppo di adolescenti catanesi e dopo averlo assistito hanno anche “fatto quadrato” per evitare che continuassero le vessazioni.

Sabato sera, poco prima della mezzanotte, nel centro di Catania scatta l'aggressione al venditore ambulante cingalese da parte di un gruppo di ragazzi catanesi. La bancarella viene ribaltata e il commerciante deriso. Testimone di ogni cosa è Ciccio Mannino, uno dei principali animatori culturali della città, componente del direttivo di Federculture. “Ho appena visto in via Etnea – racconta Mannino – un gruppo di ragazzine di 16 anni non solo aiutare a ricostruire il banchetto di un cingalese devastato da dei coetanei, ma addirittura fare quadrato attorno a lui, difendendo il suo banchetto e il suo diritto di stare in questa città”.

Continua Mannino: “Ho visto delle ragazzine di 16 anni dotate di pensiero critico e del coraggio di prendere una scomoda posizione”.

Mannino precisa anche che non vuole entrare “nel merito del diritto o meno di vendere sui marciapiedi, ma nessuna eventuale infrazione può giustificare l'aggressione ad un uomo”.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi