Martedì 18 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento 16:26
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
"Per non dimenticare Sabra e Chatila". Anche quest'anno la carovana di solidarietà
"Per non dimenticare Sabra e Chatila - 2019". Riparte l'iniziativa della carovana di solidarietà: in libano dal 14 al 21 settembre. Al via le iscrizioni per la delegazione italiana nel 37° anniversario della strage. Il programma prevede un incontro internazionale a Beirut accanto ai profughi, per sostenere il diritto del popolo palestinese allo stato e all’autodeterminazione.

"Anche quest’anno facciamo appello all’opinione pubblica italiana, ai democratici, agli uomini e alle donne di cultura, alla galassia delle Ong, ai politici, ai semplici cittadini - si legge in una nota dell'associazione Per non dimenticare Sabra e Chatila - perché vengano in Libano, dove i nostri compagni di Beit Atfal Assomoud sono già impegnati nella programmazione dell’evento, insieme ad altre delegazioni di paesi europei e non, allo scopo di:

- stare accanto ai palestinesi durante le celebrazioni del 37° anniversario del massacro

- conoscere la realtà di un popolo rifugiato

- chiedere alle autorità e alle forze politiche libanesi, con le quali il nostro paese ha ottimi rapporti di cooperazione, che venga fatto ogni sforzo per consentire ai palestinesi di avere una vita dignitosa

- ricordare che il Diritto al Ritorno è sancito dalla legge internazionale ma disatteso

- chiedere la fine delle aggressioni contro le popolazioni di Gaza e Cisgiordania e la fine dell’occupazione militare della Palestina, per ripristinare i confini stabiliti nel ’67 dalle leggi internazionali e ridare a Gerusalemme lo status di città libera e multiconfessionale

- denunciare l’ebraicizzazione di Israele, l’espandersi delle colonie, le politiche di Trump e Netanyahu che segnano la fine dell’ipotesi “due popoli due Stati” e che rappresentano la punta più alta del programma neocoloniale del sionismo, eliminando il diritto al ritorno dei non ebrei, dei palestinesi nati in quelle terre.

Il viaggio avrà luogo dal 14 al 21 settembre 2019

Per partecipare è necessario:

1) contattare l’associazione “Per non dimenticare Sabra e Chatila ONLUS” (i recapiti sono indicati in fondo*) per chiedere di partecipare, fornendo queste indicazioni: nome, cognome, città, associazione di appartenenza (nel caso si partecipi per conto di un’associazione), recapito mail e contatto telefonico;

2) attendere la nostra conferma alla vostra richiesta di iscrizione (i posti sono limitati);

3) avuta la conferma, versare entro il 31 maggio la quota di partecipazione al viaggio di 150,00 euro (comprendente i mezzi di trasporto durante la settimana in Libano e un contributo per i servizi di traduzione) con bonifico sul conto corrente bancario che vi comunicheremo.

N.B. in caso di rinuncia al viaggio prima del 15 giugno la quota di partecipazione verrà restituita nella misura di 130,00 euro; per rinuncia dopo quella data la quota di partecipazione non verrà restituita;

4) l’associazione “Per non dimenticare Sabra e Chatila” NON si occuperà dell’acquisto dei biglietti aerei; ognuno provvederà autonomamente al proprio volo.

*Recapiti utili:

Alessia Leonello (347 7799884 - alessialeo@hotmail.com)

Marta Turilli (340 9254858 - martaturilli@yahoo.it)

Mirca Garuti (339 3758378 – mirca_garuti@yahoo.it)

Goretta Bonacorsi (349 2124576 – gorettina@libero.it)

 

 




Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi