Venerdì 03 Luglio 2020 - Ultimo aggiornamento 21:52
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Il Movimento Migranti e Rifugiati di Napoli il 4 gennaio incontrerà Comune e Questura. L'appello rivolto alle associazioni e ai movimenti
Il 7 Dicembre 2019, il Movimento Migranti e Rifugiati di Napoli è sceso in piazza per chiedere l’accelerazione dei tempi della procedura per il riconoscimento della protezione internazionale e il rapido rilascio dei permessi di soggiorno. Oggi gli ostacoli istituzionali nell'Ufficio Immigrazione di Napoli sono tali da far lasciare le persone "in un limbo giuridico e sociale che non permette di costruire dei percorsi d'inserimento sociale e lavorativo che rispettino i diritti e la dignità delle persone", come si legge nell'Appello delle Sardine Nere.
Non avendo ricevuto risposte soddisfacenti, il 23 Dicembre 2019 c'è stata una mobilitazione davanti all'Ufficio Immigrazione con la richiesta di un incontro istituzionale per sbloccare le pratiche dei richiedenti asilo e risolvere le problematiche inerenti alle procedure di domanda di protezione internazionale e quelle emerse con la legge 132/2018.
Il 4 Gennaio 2020 quindi si terrà quindi un incontro tra i rappresentanti del Movimento Migranti e Rifugiati di Napoli con rappresentanti del Comune di Napoli, dell'Ufficio Immigrazione della Questura di Napoli e della Questura Centrale.

In occasione di questo incontro le Sardine Nere hanno scritto la lettera (riportata qui di seguito) che approfondisce i problemi sollevati durante le manifestazioni di piazza e gli incontri con le istituzioni.
"Chiediamo a tutte le associazioni, a tutti i movimenti e a tutte le persone di firmare e diffondere questa lettere, cosa che ci permetterà di rafforzare le nostre rivendicazioni e crescere comunemente!", concludono. 

Le Sardine Nere di Napoli

PROBLEMATICHE INERENTI LE PROCEDURE DI DOMANDA DI PROTEZIONE INTERNAZIONALE DI COMPETENZA DELLA QUESTURA DI NAPOLI E PROBLEMATICHE EMERSE CON LA LEGGE 132/2018

In questa lettera saranno trattate le seguenti problematiche:

Il sistema del numero chiuso per l’accesso alla richiesta di protezione internazionale;

Richiesta illegittima dell’iscrizione anagrafica per il rilascio del permesso per status di rifugiato, protezione sussidiaria e casi speciali; Problematiche relative al rilascio e rinnovo del titolo di soggiorno per protezione sussidiaria, umanitaria o/e i casi speciali in assenza del passaporto ;

Problematiche relative al rilascio e rinnovo del titolo di soggiorno per protezione sussidiaria, umanitaria o/e i casi speciali in assenza del passaporto;

Problematiche relative alla conversione del permesso umanitario in assenza di passaporto con attestato di nazionalità;

Problematiche relative alla emissione del permesso di soggiorno per lavoro subordinato;

Problematiche inerenti gli errori materiali sui permessi di soggiorno definitivi;

Problematiche relative alla conversione del codice fiscale da numerico ad alfanumerico;

Calendarizzazione degli appuntamenti per il rilascio dei permessi di soggiorno;

Permesso per cure mediche a seguito del decreto 113/2018, convertito nella legge 132/2019;

Richiesta calendarizzazione degli appuntamenti settimanali presso la questura.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi