Lunedì 30 Marzo 2020 - Ultimo aggiornamento 14:36
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Crotone, revocata la social card a bimba immigrata

Numerosi parlamentari hanno presentato stamane un’interrogazione al presidente del consiglio dei ministri e al ministro dell’Economia. «Al comitato di volontariato Osservatorio Antiplagio di Crotone, – sostengono i parlamentari – è giunta segnalazione che a una bimba di due anni di Crotone, dal mese di giugno è stata revocata la social card, ovvero non ha più ricevuto la somma di 80 euro bimestrali (percepiti precedentemente) perchè, nonostante sia nata in Italia, risulta essere figlia di genitori stranieri. Questi ultimi hanno protestato con il call-center del ministero, ma è stato loro risposto che la carta non può essere concessa a figli di genitori stranieri, anche se nati in Italia. La legge, però parla di cittadino italiano residente in Italia e regolarmente iscritto all’anagrafe e di età inferiore a tre anni, mentre non fa riferimento alla cittadinanza dei genitori. Non si comprende, inoltre, il motivo per cui se la social card non poteva esserle assegnata, perchè in un primo momento le è stata concessa e perchè poi le è stata revocata, creando così una falsa aspettativa». I parlamentari hanno chiesto al governo di sapere «quali azioni si intendono adottare con urgenza a tutela della piccola e dei suoi genitori, affinchè la social card venga ripristinata» [Redattore sociale].

Tags assegnati a questo articolo: migranti

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi