Mercoledì 15 Luglio 2020 - Ultimo aggiornamento 07:43
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Sanità, il compromesso di Obama: mutua per 31 milioni di americani

Il compromesso del presidente americano Barack Obama per la riforma sanitaria prevede che possano avere la mutua 31 milioni di americani attualmente non assicurati. Il piano - spiega la Casa Bianca - rende la mutua più accessibile per molti altri americani.

Il piano Obama è un compromesso tra i testi approvati dalla Camera e dal Senato alla fine dell'anno scorso.  ll piano costrerebbe 950 miliardi di dollari ma nelle previsioni della Casa Bianca taglierebbe i costi abbastanza da essere non solo autofinanziato, ma permetterebbe di ridurre il deficit federale di 100 miliardi di dollari nei prossimi dieci anni e di mille miliardi nel decennio successivo. «Il presidente vuole e crede che la gente meriti un voto 'si o no' sulla riforma della sanità. Questo piano ha la flessibilità per raggiungere questo obiettivo se i repubblicani decideranno di fare ostruzionismo», ha detto il capo delle comunicazioni della Casa Bianca, Dan Pfeiffer.

L'opzione pubblica non è sopravvissuta al compromesso del presidente americano Barack Obama sulla riforma della sanità.
Il piano Obama è un compromesso tra i testi di riforma approvati dalla Camera, che contemplava il principio dell'opzione pubblica, e dal Senato, che lo aveva abbandonato.

La proposta del presidente si allinea con la posizione meno restrittiva del testo del Senato in fatto di aborto. La legge non include l'emendamento approvato alla Camera su input dei democratici conservatori che proibisce alle mutue di offrire la copertura dell'aborto a chi acquista una polizza con sussidi federali. L'assenza dell'emendamento potrebbe causare problemi per Obama alla Camera.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi