Giovedì 17 Gennaio 2019 - Ultimo aggiornamento 08:30
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Roma, per il blocco degli sfratti Movimenti occupano Festa del Cinema
Non si arresta la protesta per il blocco degli sfratti, anzi, in occasione della Festa del Cinema presso l'Auditorium Parco della Musica, i movimenti assediano il red carpet.

Sono in centinaia gli attivisti dei movimenti per il diritto all'abitare a irrompere nel luogo. In tre hanno sorpassato i blocchi delle forze dell'ordine e hanno così occupato il red carpet sedendosi in terra. Impugnavano striscioni con la scritta “Stop sfratti, casa subito”.

Momenti di tensione con le forze dell'ordine al'inizio anche per chi aspettava di vedere le star in programma per questa mattina. Ci sarebbe un fermato.

"Siamo vicini al red carpet con i nostri striscioni, e siamo più di 150 - ha raccontato, all'agenzia Dire, Paolo Di Vetta - Quando siamo arrivati- ha continuato- abbiamo trovato un ingente schieramento degli agenti della Celere in assetto da 'guerra', solo per allontanare i tanti adolescenti accorsi per vedere i propri beniamini di Hollywood. Nonostante questo siamo riusciti a raggiungere il tappeto rosso e a mettere in atto la nostra protesta". 

“Non ce ne andremo finché non otterremo un incontro con il sindaco Ignazio Marino e il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti” ha spiegato Luca Fagiano. “Non si può continuare con le promesse. La situazione degli sfratti è diventata insostenibile, si fa sempre più ricorso alla forza pubblica per cacciare le persone di casa”.
L'iniziativa secondo quanto detto dalla Questura è stata bloccata e la situazione è tornata alla normalità.

Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista, dichiara: "La nostra solidarietà ai movimenti per la casa che hanno manifestato e continuano la loro protesta al Festival del cinema di Roma. Si accendano le luci e l'attenzione mediatica sul diritto all'abitare, il problema degli sfratti è un problema politico grave e come tale va affrontato. Siamo al fianco dei movimenti, siamo scesi con loro in piazza lo scorso 19 ottobre e sosterremo ogni iniziativa di lotta per i diritti delle persone".


Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi