Mercoledì 01 Aprile 2020 - Ultimo aggiornamento 22:20
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Ocse, Italia dati in calo tra 2007-2012. Reddito disponibile famiglie -7%. Disoccupazione +3 punti
Pessime notizie oggi arrivano da una ricerca effettuata dall'Ocse, "How's life? 2013" per l'aerea di suo interesse e ad incidere con forza è stata la crisi che ha toccato i paesi stessi causando cambiamenti della condizione dei cittadini.

Tra il 2007 e il 2011 in Italia il reddito disponibile delle famiglie è diminuito di circa il 7% e proprio questo dato ci racconta uno dei cali piu' forti che si sono registrati nell'area dell'Ocse.

Il benessere soggettivo è andato così a peggiorare e anche negli altri paesi europei si rivela una situazione molto simile a quella dell'Italia. Un calo di +20% in Grecia, +12% in Spagna e del 10% in Italia. Aumenti moderati, invece, in Germania, Israele, Russia, Svezia e Messico.

In Italia, secondo l'Ocse, il peggiorare delle condizioni lavorative e l'aumento della disoccupazione sono le cause principali di questo calo. Tra il 2007 e il 2012 in Italia il tasso di occupazione, infatti, e' calato di un punto percentuale mentre quello di disoccupazione e'
cresciuto di 3 punti circa percentuali. Nel 2012 il 42% degli italiani si e' dichiarato più che  soddisfatto dalla propria vita contro invece il 58% nel 2007.

Proprio questa è una delle percentuali piu' basse dell'area di interesse dell'Ocse. Ma a peggiorare è stata anche la fiducia degli italiani proprio verso le istituzioni: è arrivata a -30% nel 2012 la percentuale degli italiani che hanno fiducia del governo. E' aumentata invece la solidarieta'.

Il 22% degli italiani infatti nel 2012 ha detto di essere stato di aiuto a qualcuno, contro il 18% nel 2007. E questa risulta essere la crescita piu' forte riportata dall'Ocse.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi