Martedì 18 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento 16:26
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


"Voi sfrattate, noi occupiamo"
Fumogeni e striscioni, ed ex caserma dei carabinieri, in piazza Mazzini all'angolo con via Ugo Foscolo, occupata, simbolicamente, da Unione Inquilini e Brigata Anti Sfratto oggi a metà pomeriggio. Alla fine la rabbia è esplosa, di nuovo. Sono le 18 circa quando gli attivisti tentano di occupare l’ex caserma dell'Arma. Una ventina, o poco più, "armati" di striscioni, “Voi sfrattate, noi occupiamo”, fumogeni e piedi di porco, per un gesto – dicono - simbolico: un atto di forza e un grido di allarme all’amministrazione Betti.

"La gente viene sfrattata quasi ogni giorno – spiegano dall’Unione Inquilini – ma qua ci sono edifici pubblici abbandonati e inutilizzati".

Ma il tentativo di occupazione fallisce: non per l’arrivo della Polizia di Stato né della Municipale. Il portone della struttura pubblica, infatti è blindato dall’interno, ormai da anni, fu la Polizia Provinciale, con lo stesso comandante Marco Martini, a sigillare gli accessi, e impedisce agli attivisti di entrare, come accaduto invece il 12 maggio scorso al collegio Colombo, dove tutt’ora risiedono numerosi nuclei familiari non autorizzati. L’occupazione si trasforma così in presidio e in corteo di protesta, al termine di una giornata convulsa sul fronte sociale.

continua a leggere 

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi