Mercoledì 26 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento 14:39
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Casa, Ater acquista 30 alloggi a Chiampo. "Una risposta concreta alle famiglie in attesa di un alloggio sociale"
E' stata l'Ater di Vicenza e la Società Euroimmobiliare S.r.l. di Chiampo a firmare il contratto preliminare che consentirà all'Azienda vicentina di edilizia residenziale pubblica di acquistare 30 alloggi, ovvero due palazzine situate in via Zaupa, in Comune di Chiampo, per un valore economico totale di 3 milioni di euro, iva esclusa. sono alloggi dotati di garage autonomi. Il prezzo verrà corrisposto in più tranche con la presentaizone di garanzia fidejussoria da parte dell'impresa stessa.

Si tratta di un'operazione in linea con il nuovo piano strategico per le politiche della casa il cui testo appena approvato in Seconda Commissione Consiliare della Regione, prediligerà l'acquisto del patrimonio esistente invenduto al posto di interventi di nuova costruzione.

''Questa operazione - dichiara Valentino Scomazzon, Presidente di Ater Vicenza - ha importanti ricadute per il territorio. Da un lato diamo una risposta concreta alle famiglie di Chiampo in attesa di un alloggio sociale, riuscendo ad utilizzare il finanziamento regionale del programma ''Contratti di Quartiere II'', ottenuto nel 2004 in seguito alla firma di un protocollo d'intesa con il Comune di Chiampo. Dall'altro, con la sottoscrizione di questo contratto preliminare, contribuiamo a dare un po' di ossigeno al settore edilizio in questo particolare momento di crisi''.

"Ater di Vicenza - spiega il Presidente - ritiene economicamente vantaggiosa l'offerta perche' consentira' di utilizzare il finanziamento previsto nel programma ''Contratti di Quartiere II'' per una delle due palazzine di 15 alloggi da destinare alla locazione a canone sociale. I restanti 15 alloggi del secondo edificio, che sara' acquistato dall'Ater con fondi propri, andranno a soddisfare le esigenze del social housing, offrendo soluzioni abitative alle famiglie collocate in fascia B della graduatoria definitiva del Comune di Chiampo''.

''La richiesta di alloggi a canone calmierato è sempre più consistente. Di conseguenza, sono indispensabili ingenti risorse da investire nel territorio - conclude Scomazzon - Considerata la somma consistente, quasi 2 milioni e 700 mila euro, che l'Ater di Vicenza ha versato allo Stato per il 2012 a titolo d'imposte (Ires, Irap, Iva indetraibile e Imu), ritengo sia necessario lavorare per trovare una soluzione che consenta di azzerare il carico fiscale che grava sulle Ater. Per lo Stato non si tratterebbe di una rinuncia in termini di entrate, perche' le risorse risparmiate sarebbero immediatamente investite in interventi di nuova costruzione, che andrebbero a generare occupazione e reddito per le imprese, quindi un incremento conseguente anche delle entrate fiscali derivanti dai consumi e dagli investimenti indotti. Nello stesso arco di tempo, pero', avremmo dato concreta risposta a una parte del crescente fabbisogno abitativo''. 

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi