Martedì 10 Dicembre 2019 - Ultimo aggiornamento 22:18
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


"L'estate di Marino vien sgomberando". Communia non c'è più. E' sfregio alla città
"Lo sgombero è stato eseguito in ottemperanza di una ordinanza di sequestro preventivo emessa dal Tribunale di Roma - informa la Questura -per concreti rischi di instabilità strutturale. Una volta sgomberato, lo stabile è stato messo in sicurezza e sono stati apposti i sigilli.“

Nessuna quiete dunque, nella Capitale d'Italia, neanche d'estate per i centri culturali occupati. A portare disordine è stata la polizia, questa mattina che, in via dei Sabelli 102 ha dunque sgomberato Communia, le ex fonderie Bastianelli, occuapte ormai da aprile 2013. Ormai il centro in cui studenti e precari avevano messo su sale studio, mensa, nonché attività culturali varie e uno sportello di consulenza legale.

"In seguito alla segnalazione fatta all'amministrazione municipale dagli occupanti di Communia, - dichiarano gli occupanti - sono stati messi in sicurezza pochi giorni fa i marciapiedi corrispondenti alle ex-Fonderie Bastianelli. L'argomentazione della presunta inagibilità delle ex-Fonderie, agitata strumentalmente dalla proprietà per ottenerne lo sgombero, perde quindi ogni consistenza".

A quanto è accaduto questa mattina arriva la risposta e la solidarietà dell'Unione Inquilini "Oggi è stato sgomberato Communia a San Lorenzo uno spazio di cultura e di libertà - dichiara Massimo Pasquini, Union e Inquilini Roma - una azione repressiva all'indomani del ferragosto, una azione che fa male alla città, quello operato oggi dalla polizia è un atto che vede la nostra ferma condanna, a fronte, a Roma, di intere porzioni di città lasciate in balia della speculazione - continua Pasquini - a fronte di nuove 7000 sentenze di sfratto che ogni anno vengono emesse a Roma, a fronte di 2500 sfratti eseguiti dalla forza pubblica, 10 al giorno, a fronte di 30.000 appartamenti affittati a nero da proprietari di case parassiti ed evasori fiscali, la polizia,con il silenzio del comune di Roma, non hanno di meglio da fare che sgomberare Communia. Gli speculatori e la rendita immobiliare - conclude - oggi con il supporto della polizia hanno sfregiato di nuovo la città di Roma, ai giovani e non, occupanti di Communia la nostra solidarietà."

"Uno sgombero estivo non fermerà il nostro progetto - hanno fatto sapere in un comunicato gli occupanti di Communia - Hanno pensato che con uno sgombero estivo potessero fermarci, ma il progetto di Communia che abbiamo costruito in questi mesi con tutto il quartiere di San Lorenzo non si arresta. La scuola popolare, lo sport, gli sportelli di assistenza gratuita, le mostre e le iniziative ritorneranno a San Lorenzo".

Oggi un'assemblea e conferenza stampa alle ore 16,oo in Piazza dei Sanniti.

Per voi l'intervista video a un occupante di Communia.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi