Domenica 15 Dicembre 2019 - Ultimo aggiornamento 07:00
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Tasi, l'Unione Inquilini Roma sfida l'Ater: "Continua ambiguità su aliquota richiesta a inquilini case popolari. Urge proroga al 16 novembre"
Per la Tasi, da parte del Comune e dell'Ater poca chiarezza nei confronti degli inquilini delle case popolari. Scadeva ieri la prima rata del pagamento della tassa, ma è l'Unione Inquilini Roma a chiedere al Comune e con urgenza una proroga al 16 novembre.

Perché si parla di poca chiarezza da parte del Comune e dell'Ater? E' presto spiegata la motivazione. Pochi giorni fa infatti l'Unione Inquilini Roma nella persona di Guido Lanciano ha chiarito tutto.

“Ater e Comune – ha spiegato Lanciano – danno informazioni reticenti e inducono gli inquilini della case popolari a pagare una TASI più elevata di quella richiesta agli inquilini privati, ai quali sappiamo per certo essere richiesto di pagare in base a un’aliquota dello 0,8 per mille”.

Il messaggio del sindacato era dunque chiaro: “L’Unione Inquilini – specificava Lanciano – ribadisce che tutti gli inquilini, sia privati che della case popolari, sono uguali e che quindi devono calcolare la TASI solo con l’aliquota 0,8 per mille della rendita catastale. Sfidiamo l’ATER e il Comune a scrivere sui loro siti, in modo chiaro, che la nostra interpretazione è errata e che i loro inquilini devono quindi pagare più tasse. Al contempo – conclude – chiediamo formalmente al Comune di Roma, visto il caos che si è venuto a creare tra le 80.000 famiglie assegnatari di case comunali e Ater a causa della confusa informazione data, a prorogare il termine del 16 ottobre al 16 novembre 2014 senza alcun aggravio di more e interessi”.

Cosa è successo ieri? Dopo la richiesta da parte del sindacato qui sopra riportata, proprio ieri sul sito internet di Roma Capitale, è stata subito pubblicata una nota. La presente specificava con chiarezza che per le case comunali di Edilizia Residenziale Pubblica, l’aliquota su cui calcolare il 20% di imposta è dello 0,8 per mille come da noi sempre affermato.

Cosa è accaduto oggi? Oggi, a sopresa, a partire dalle 10,40 la nota è stata eliminata ed è tornata l’ambiguità.

L’Unione Inquilini Roma non si ferma. Insiste e continua a chiedere al Comune di Roma che il termine di pagamento della prima rata, in considerazione della poca chiarezza delle informazioni, venga prorogato al 16 Novembre e che venga eliminato ogni dubbio reinserendo nel sito l’indicazione apparsa per poche ore, ed estendendola a tutte le case popolari, anche di proprietà dell’ATER.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi