Martedì 10 Dicembre 2019 - Ultimo aggiornamento 22:18
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Per le famiglie sgomberate da via delle Acacie condizioni di vita sempre più precarie. La testimonianza della signora Diana
E' questa nel VIDEO la testimonianza chiara e lucida di Diana, la cui famiglia viveva nelle occupazione di via delle Acacie, sgomberata dalle forze dell'ordine ad aprile 2014, dopo un primo tentativo di sgombero fatto il 19 marzo.

L'occupazione dava un tetto a ben 55 famiglie, con più di 60 bambini. In prima battuta è necessario ricordare che nel 2009 quando le famiglie sono entrate in via delle Acacie, lo stabile del Comune era dismesso. Sono state le stesse famiglie attraverso l'autorecupero a renderlo di nuovo vivibile.

Ma dove vivono oggi queste famiglie e in quali condizioni?
La testimonianza da ascoltare di Diana permette di farci un'idea di quanto accaduto e della mancanza di politiche abitative adeguate.

Molti sono in case che il comune affitta a 1800 euro al mese - così è stato spiegato a un incontro da Massimo Pasquini, Unione Inquilini Roma - e, come aggiunge in questa testimonianza la signora Diana, in zone piuttosto scollegate e scomode per viverci.

La stessa impiega circa 30 minuti per raggiungere la fermata più vicino all'alloggio in cui vivono. Da lì poi si muove per portare i figli a scuola.

E l'occupazione di via delle Acacie? Secondo quanto riportato da Livia Parisi - il posto attualmente da vivibile è stato reso invivibile: lavandini divelti, muri buttati giù. Un luogo, dunque, riconsegnato - ingiustamente, e incomprensibilmente, ma soprattutto volontariamente - al degrado.

Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi