Domenica 24 Marzo 2019 - Ultimo aggiornamento 17:33
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi


Bologna, social log sabato in corteo per chiedere la moratoria degli sfratti e l'abolizione dell'articolo 5 del piano casa
Nel giorno in cui il Comune di Bologna apre alla possibilita' di chiedere al Governo un blocco degli sfratti e degli sgomberi, Social log rilancia il proprio corteo che sabato sfilera' per la citta', con partenza alle 15 da piazza dell'Unita'. Una manifestazione con cui il collettivo riproporra' le richieste che porta avanti da tempo, vale a dire "moratoria degli sfratti, fine degli sgomberi e abolizione dell'articolo 5 del Piano casa".
I "violenti sgomberi dell'ex Telecom e delle ex Poste", scrive Social log in una nota, "non eliminano il bisogno di un tetto per una parte della popolazione di Bologna, ed e' chiaro che la linea imposta da Procura e Questura sulla gestione dell'emergenza abitativa non fa che aumentare le sofferenze di chi gia' ha subito lo sfratto". Non manca poi un attacco al Governo, con il collettivo che sottolinea come "ieri il ministro Graziano Delrio abbia detto, all'oratorio San Filippo Neri di Bologna, che 'i poveri sono, purtroppo, spesso invisibili all'azione politica, e non dobbiamo dimenticare che la democrazia si realizza quando tutti hanno pari opportunita''", ricordando al ministro che "il suo Governo ha scatenato una guerra contro i poveri con decreti come l'articolo 5 del Piano casa, che priva dei loro diritti migliaia di persone che vivono nelle occupazioni, e che vedono il ministero dell'Interno affrontare l'emergenza abitativa con gli sgomberi". A Bologna, prosegue Social log, la "lotta per il diritto alla casa non puo' aspettare la carita' e non e' disponibile a mendicare diritti che dovrebbero essere garantiti a tutti". Ecco perche' il collettivo chiede che "la citta' rivendichi una moratoria degli sfratti e la fine degli sgomberi scendendo in strada insieme alle 68 famiglie sgomberate la scorsa
settimana".
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi