Sabato 24 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento 16:44
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Ru486, in Emilia-Romagna sarà possibile utilizzarla fino alla nona settimana di gravidanza
In Emilia-Romagna sarà possibile utilizzare la pillola Ru486 fino alla nona settimana di gravidanza, ovvero fino al 63/o giorno di amenorrea (assenza del ciclo mestruale). In Emilia-Romagna, era già possibile ricorrere a questo farmaco per eseguire l'interruzione volontaria di gravidanza, in regime di day hospital, fino alla settima settimana compiuta di gravidanza. Ora la Regione si adegua alle disposizioni nazionali, introducendo, con una determina della direzione generale dell'assessorato alle Politiche per la salute. La Regione, spiega un nota è inoltre al lavoro per individuare i criteri per consentire l'uso del farmaco non solo in day hospital, ma anche in regime ambulatoriale. Intanto continuano a diminuire, in Emilia-Romagna, le interruzioni volontarie di gravidanza: nel 2019, come evidenzia il Report messo a punto dall'assessorato regionale alla Sanità, sono state 6.501, il numero più basso di interventi annuali dall'inizio della rilevazione, nel 1980. Il dato, in calo rispetto al 2018 (-5,4%), conferma dunque il trend in riduzione che ha caratterizzato più di un decennio, in particolare dal 2004 - quando le Igv furono quasi 12mila (11.839) - in avanti.
Dona il tuo 5x1000 a controlacrisi