Mercoledì 20 Gennaio 2021 - Ultimo aggiornamento 16:47
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Ambiente, sotto accusa nelle Filippine 47 tra società e multinazionali. Tra queste anche Eni e Italcementi
La Commissione sui diritti umani delle Filippine, rappresentata dal commissario Roberto Cadiz, ha annunciato che 47 società potrebbero essere considerate legalmente ed eticamente responsabili per violazioni dei diritti umani nei confronti degli abitanti delle Filippine colpiti dagli impatti dei cambiamenti climatici: Eni, Shell, Italcementi, ExxonMobil, Chevron, BP, Repsol e Total.La Commissione inoltre ha segnalato che la condotta di alcune delle società sotto indagine potrebbe essere considerata ostruzionistica e responsabile di offuscamento intenzionale e negazionismo...
Oggi in piazza le "Magliette Bianche" per protestare contro le mancate bonifiche dei SIN (siti di interesse Nazionale). Aree contaminate dalle industrie che hanno solo mirato al profitto
Oggi in oltre 30 piazze italiane si tiene la manifestazione "Magliette Bianche" per protestare contro le mancate bonifiche dei SIN (siti di interesse Nazionale). I SIN rappresentano delle aree contaminate molto estese classificate come pericolose dallo Stato Italiano e che necessitano di interventi di bonifica del suolo, del sottosuolo e/o delle acque superficiali e sotterranee per evitare danni...

Ambiente, carcere per chi si ostina a negare l'inquinamento dell'aria
Per obbligare un'autorità ad adottare misure di risanamento dell'aria previste dalla direttiva Ue in materia, si può ricorrere anche all'arresto, se questa misura ha fondamento giuridico nel diritto nazionale e se viene rispettato il principio di proporzionalità. Lo afferma la Corte Ue, intervenuta nel contenzioso tra l'organizzazione ambientalista tedesca Deutsche...

"Non basterà sostituire gas al carbone per arrivare a 1,5°C". Intervento di Mario Agostinelli
L'Accordo per limitare ad 1,5 °C l’aumento di temperatura al 2030 ha suggerito alle lobby fossili il rilancio del metano come “rimedio” a sostituzione dell’eccesso di emissioni dovute alla combustione di carbone e petrolio. Il punto di forza, a dire dell’ENI (clicca quiper leggere) sta nel fatto che, mentre il carbone produce CO2 in ragione di 350-400 grammi per... di MARIO AGOSTINELLI

"Energia, l'Europa litiga sul nucleare. E' green o no?" Energia, l'Europa litiga sul nucleare. E' green o no?
Le nuove regole sulla tassonomia verde per la finanza europea? Potrebbero dover essere parzialmente riscritte per compiacere anche i grandi sostenitori di gas e nucleare secondo quanto rivela Euractiv. Nove Stati membri, guidati da Francia e Gran Bretagna, hanno bloccato ieri l’accordo, raggiunto appena sei giorni fa, tra eurodeputati e presidenza finlandese del Consiglio dell’UE.... di FABRIZIO SALVATORI

Da domani Cgil, Cisl e Uil provano ad alzare la voce ma in realtà si tratta di assemblee. L'unica protesta di piazza è quella dell'Ilva
Parte questa settimana la nuova fase di mobilitazione di Cgil Cisl Uil. La prima manifestazione-assemblea in programma è quella di domani, martedì 10 dicembre, alle ore 9,30 a Roma in Piazza Santi Apostoli sui temi della crescita, le crisi aziendali, lo sblocco dei cantieri e delle infrastrutture, lo sviluppo del Mezzogiorno. Nella manifestazione confluirà anche la protesta... di FABRIZIO SALVATORI

"Roma, conferenza stampa il 9 dicembre contro la cementificazione dell'estrema periferia romana" Roma, conferenza stampa il 9 dicembre contro la cementificazione dell'estrema periferia romana
Contro la cementificazione di un'ampia zona a Sud di Roma si terrà una conferenza stampa presso la regione Lazio, lunedi 9 dicembre 2019, sala Mechelli: "S. Palomba territorio da salvare" . Incombe la minaccia di una enorme cementificazione su quell'area che darebbe luogo ad un nuovo quartiere verosimilmente "ghetto" nell'estrema periferia romana per svariate decine di ettari con un grave... di FABRIZIO SALVATORI

Il Mediterraneo malato e la «Carta di Napoli»
Gli attivisti di Fridays for future Napoli ieri mattina hanno occupato l’ingresso di Castel dell’Ovo, dove è cominciata la Cop21 – Conferenza delle parti aderenti alla Convenzione di Barcellona dedicata alla protezione del Mediterraneo (21 i paesi aderenti tra Europa, Africa e Medio Oriente). I ragazzi si sono seduti sul basolato per bloccare l’accesso ai lavori. La... di ADRIANA POLLICE

"UNA FRANA DI PAESE - Il territorio si sbriciola, in pericolo il 91% dei Comuni italiani" UNA FRANA DI PAESE - Il territorio si sbriciola, in pericolo il 91% dei Comuni italiani
Una frana di Paese. Il crollo del viadotto sull’autostrada Torino-Savona conferma il trend. Secondo l’Ispra, l’Italia è uno dei Paesi europei più esposti a frane. Oltre sei milioni di italiani vive in zone a rischio alluvione e 1,2 milioni in aree franose Domenica pomeriggio è crollato un viadotto lungo l’autostrada A6, la Torino-Savona. A venir... di LUCA MARTINELLI

L’esperto: «Assicurazioni obbligatorie contro la speculazione nei territori a rischio idrogeologico»
Intervista. Parla Luciano Masciocco, docente di Geologia ambientale dell’Università di Torino Non è stupito degli ultimi fenomeni atmosferici in sé, d’altronde siamo a novembre, ma per l’incapacità o la non volontà di prevenzione. Luciano Masciocco è docente di geologia ambientale all’Università di Torino e si confronta... di MAURO RAVARINO