Mercoledì 23 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento 11:00
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
"Sussidi e non lavoro. Ecco perché la 'ripresina' non c'è. E anche ci fosse sarà a spese del futuro". Il domenicale di Controlacrisi, a cura di Federico Giusti
Le chiamano impropriamente politiche attive ma di attivo c'è ben poco, solo la politica della sussidiarietà, una miseria sulla quale i padroni potranno lucrare. Lavoro e dignità era la parola d'ordine delle lavoratrici che difendevano il loro posto negli appalti dell'ospedale di Pisa, una parola d'ordine semplice che ricorda come la dignità derivi dal lavoro, da un impiego stabile dal quale dipende reddito, reddito con cui assicurarsi condizioni di vita apprezzabili o almeno sostenibili Il governo ammette che la ripresa dell'economia non c'è, l'aumento del...
"Non c'è nessun 'consolidamento' della ripresa economica. Basta con le balle della politica. Questa crescita, piccolissima, è a spese del futuro prossimo"
Nella sua nota mensile l'Istat qualche giorno fa registrava un "consolidamento della crescita economica" corredata da tutta una serie di indicatori positivi come aumento della produzione industriale, aumento dell'export, crescita del turismo, aumento dell'occupazione (ma solo quella precaria), fiducia di famiglie e imprese in rialzo.La situazione non è esattamente quella disegnata...

La crisi non va in vacanza, migliaia di esuberi ad agosto
L’emergenza lavoro non va in vacanza, non chiude per ferie. A chiudere sono le fabbriche e le aziende, anche in questi ultimi e torridi giorni. Costringendo migliaia di operai e lavoratori a rinunciare alle vacanze, spesso programmate da mesi. A non poter pagare mutui, a far rinunciare i propri figli ad andare all’università. Il giro d’Italia delle vertenze aperte non...

La Grecia torna sui mercati. Tsipras: «Stiamo uscendo dalla crisi»
Era nell’aria da giorni. Come anticipato dal  manifesto  una settimana fa, oggi, dopo più di 3 anni, la Grecia torna sui mercati, collocando obbligazioni a medio termine, con scadenza a 5 anni. Un passaggio fondamentale, che viene dopo una lunga crisi economica, e che è salutato con entusiasmo, sia dal governo Tsipras, sia dal Commissario Ue agli Affari economici e... di T. A. SYNGHELLAKIS, FABIO VERONICA FORCELLA

La fabbrica 4.0 e il gioco della catallassi
Secondo il concetto della Catallassi è in rete che ciascuno può valorizzare se stesso e vendere sè stesso. È invece in questa nuova fabbrica che si chiama rete che occorre portare conflitto, contrattazione e democrazia Ormai siamo (quasi) tutti capitalisti e (quasi tutti) crediamo nella mano invisibile del mercato. Se poi la mano invisibile vi sembra un concetto... di LELIO DEMICHELIS

Tra piattaforme e algoritmi: nuove parole, vecchio sfruttamento
Nei meandri della gig e della sharing economy tutto deve essere cool. Ma oltre alla nuova frontiera del lavoro a chiamata e del ritorno del cottimo, da tempo ha fatto la sua comparsa anche il lavoro gratuito Negli Stati Uniti hanno fatto notizia i numerosi processi intentati contro Uber, con l’obiettivo di far luce sulle condizioni di lavoro degli autisti, per stabilire se si tratti di... di MARCO GRIMALDI

Debunking CETA, tutte le bugie sull’accordo
Martedì 25 luglio il Senato italiano vuole ratificare il CETA, nonostante la contrarietà di numerose Regioni e enti locali. La mobilitazione promossa dalla Campagna Stop-TTIP e il dossier che smonta punto per punto tutte le bugie All’avvio dei negoziati bilaterali nel 2009 le istituzioni europee e canadesi reputavano il CETA un accordo commerciale la cui approvazione e...

Non solo Telecom, nota della Fiom Cgil su quanto sta accadendo in Fincantieri
Presa di posizione della Fiom Cgil sulla vicenda della Fincantieri, altra grande azienda che rischia di passare nelle mani dei francesi. "La debolezza mostrata da subito da parte del governo italiano nel contrastare l‟iniziativa di Macron su Fincantieri sta producendo il risultato peggiore per l‟Italia che, partita con Fincantieri che aveva acquisito dal Tribunale fallimentare il 66,8% di Stx... di RE

Crisi, italiani sempre più indebitati: aumentano richieste e importi dei prestiti
Nei primi sei mesi dell’anno aumentano le richieste di nuovi prestiti da parte delle famiglie italiane (segnano un più 1,5% rispetto allo stesso periodo del 2016) e cresce anche l’importo medio richiesto, che si attesta a oltre 9 mila euro – nel dettaglio, 9178 euro – nell’insieme di prestiti personali e finalizzati, con un aumento del 6,5% rispetto allo... di REDAZIONE

Scuola, a settembre insegnanti di sostegno tutti in classe? "Sarà difficile"
ROMA – Non convincono, le promesse e le rassicurazioni della ministra Fedeli: “ho timore che, a settembre, gli studenti disabili troveranno ad attenderli i problemi di sempre: insegnanti di sostegno assenti o precari, servizio di assistenza e trasporto inadeguato, classi troppo numerose ”. Così Salvatore Nocera, avvocato specializzato nei temi dell'inclusione...

Inizio Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Succ. Fine