Sabato 07 Dicembre 2019 - Ultimo aggiornamento 23:51
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Manovra, così piccola…e fragile
La manovra tratteggiata appare piccola nei volumi e fragile nelle modalità. Senza interventi di ampia progettualità, basata unicamente sulla flessibilità chiesta alla Ue e su una lotta all’evasione fiscale solo di piccolo cabotaggio. 1 ottobre 2019 Il presidente Conte e il ministro Gualtieri hanno presentato ieri la Nota di Aggiornamento al DEF 2019 ( NADEF ), atto iniziale delle sessione autunnale di bilancio che si concluderà con l’approvazione, a fine anno, della legge di bilancio per il 2020. Il governo è giovane ed è comunque...
Flop Ceta sul Parmigiano reggiano, Coldiretti: "In compenso abbiamo aumentato di nove volte l'importazione di grano imbottito di glifosato"
Crollo a due cifre delle esportazioni di Grana Padano e Parmigiano Reggiano in Canada che registrano -32%, scendendo a 1,4 milioni di chili nel primo semestre del 2019 rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. E' quanto emerge da un'analisi della Coldiretti su dati Istat, divulgata a due anni dell'entrata in vigore in via provvisoria dell'accordo di libero scambio tra Unione Europea e...

Il senso comune economico che non ci fa cambiar strada
Per sterilizzare gli aumenti dell’Iva servono 23 miliardi, ma almeno parte di questi soldi servirebbero per investimenti e welfare, mentre basta rimodulare le aliquote per non impattare suoi consumi. E anche sul cuneo fiscale servirebbe più lungimiranza. Un lettore di un recente articolo scritto insieme a Roberto Romano ( I nodi economici del governo, pubblicato su Sbilanciamoci)...

Quale fisco all’orizzonte?
A un passo dalla Legge di Bilancio, il dibattito sulle priorità e le misure di politica fiscale del Governo assume un’importanza fondamentale. Scongiurata la sciagura della flat tax, rimangono i problemi legati ai vincoli europei di bilancio, alla sterilizzazione delle clausole di salvaguardia, alla riforma dell’Irpef. Il nuovo Governo si appresta a definire le linee della... di LUCREZIA FANTI

Aprite un poco gli occhi: l’economia del “Conte 2”
Con il “Conte-bis” la prima buona notizia è l’addio alla flat tax. Ma sono molti i nodi irrisolti di politica economica che devono essere sciolti, partendo dal necessario superamento dell’approccio neoliberista: redistribuzione del reddito, investimenti, riconversione produttiva, occupazione e Mezzogiorno. Comunque la si pensi sul governo appena nato, l’addio... di MAURO GALLEGATI

Capitalismo, tecnologie digitali, Usa, Cina
Esplosione demografica in Africa, cambiamento climatico e avvento della nuova era capitalistica basata su piattaforme digitali e intelligenza artificiale, due libri – di Shoshana Zuboff e Kai-Fu Lee – tratteggiano il prossimo inquietante futuro. Alcune tendenze cruciali del mondo attuale In un certo senso, come ha scritto qualcuno, siamo fortunati a vivere   in... di VINCENZO COMITO

La ministra Bellanova apre al Trattato «Ceta», ma anche Zingaretti è contrario
«Il Lazio dice No al #Ceta. Chiediamo al Parlamento di fare lo stesso, difendiamo i nostri produttori e sapori da commercio ingiusto senza regole». Questo Tweet non è di un pericoloso sovranista, ma dell’attuale segretario del Pd Nicola Zingaretti che nel 2017 si unì agli oltre2mila enti locali italiani che chiesero con mozione o delibere, sotto il Governo... di MONICA DI SISTO*

Redditi, in Italia i ricchi sono sempre più ricchi: aumento del divario con le fasce più povere della popolazione. Grazie alla crisi!
Cresce ancora il divario tra le fasce più ricche e quelle più povere della popolazione: il 10% degli italiani con i redditi più alti - si legge sulle ultime statistiche pubblicate su Eurostat riferite al 2018 - può contare su oltre un quarto dei redditi totali (il 25,1%) al livello top dal 2008 quando era il 23,8% mentre il 10% con i redditi più bassi ha appena... di REDAZIONE

Germania, pronto piano anti-recessione da 50 miliardi
I margini per fronteggiare una nuova crisi ci sono, ha detto Scholz, perché la Germania ha ridotto il debito/Pil sotto il 60% in questi dieci anni di crescita È scattato infine l’allarme ultrarosso in una Germania che barcolla sull’orlo della recessione. Per la prima volta il ministro delle Finanze Olaf Scholz ha dichiarato di essere disponibile ad allargare i cordoni... di ISABELLA BUFACCHI

Automotive, Nissan taglia 12.500 posti di lavoro
Per far fronte alle difficoltà finanziarie e il repentino calo delle vendite, in relazione allo scandalo che ha coinvolto l'ex presidente Carlos Ghosn, Nissan ha deciso il taglio di 12.500 posti di lavoro da qui al 2023 e la riduzione della capacità produttiva globale del 10%. L'annuncio arriva in coincidenza della pubblicazione dei risultati societari, che nei tre mesi da... di REDAZIONE