Martedì 21 Gennaio 2020 - Ultimo aggiornamento 11:29
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Un buon inizio contro l’evasione fiscale: l’eliminazione del contante
L’Italia è in declino da più di 25 anni. La costante riduzione della differenza tra la crescita del nostro Pil e di quello degli altri paesi europei, il tasso di disoccupazione attorno al 30% (se si considerano scoraggiati e part-time involontari), l’aumento della povertà e dal fenomeno dei poveri occupati, deriva dalla riduzione della domanda interna, in particolare della spesa pubblica, e da aumenti della pressione fiscale. Da noi la distanza tra pressione fiscale teorica – quello che dovremmo pagare secondo la legge – e quella reale –...
"Nessuna resurrezione interesserà il Sud. Aumenta il divario con il Nord". Il Domenicale di Controlacrisi, a cura di Federico Giusti
Il divario tra Nord e Sud aumenta, proviamo a dirlo nel giorno in cui i Cristiani festeggiano la Resurrezione, uno dei tanti giorni nei quali il Meridione d'Italia vive la sua condizione di arretratezza e miseria.Il Sud è anche la patria delle sperequazioni economiche, delle differenze sociali e retributive tra la borghesia e i settori popolari, una inchiesta su questa area geografica del...

Il Governo e il DEF, poche idee ma confuse
Un documento “reticente e interlocutorio”: questa la valutazione da parte di Sbilanciamoci! del DEF 2019. E mentre rimangono insoluti i nodi della sterilizzazione delle clausole di salvaguardia e della (pessima) flat tax, non ci sono risorse né interventi su lavoro, disuguaglianze, ambiente e giustizia fiscale. Dopo la conclusione delle audizioni sul Documento di Economia e...

Non è un paese per bambini. Openpolis: 12% minori in povertà assoluta
Non è un paese per bambini. L’Italia ha un grande problema con i giovanissimi e con la povertà, che sono sempre più spesso legati. Oggi in Italia più una persona è giovane, più è probabile che si trovi in una condizione di povertà assoluta. Il 12% dei bambini e adolescenti è in povertà assoluta. E sono proprio i minori ad... di REDAZIONE

Web sotto accusa: da Cambridge Analytica alle fake news, Buttarelli (privacy Ue): si rischia di alterare processo democratico
Manipolazione online, disinformazione e profilazione degli utenti a scopi elettorali. A poche settimane dalle elezioni europee c’è una preoccupazione sempre maggiore verso processi che finiscono per alterare il processo democratico, la formazione dell’opinione pubblica, le stesse regole del gioco. Tanto più quando le dinamiche sono ignote e una disinformazione orientata... di REDAZIONE

Germania, l'economia stenta e gli istituti tagliano ancora le previsioni di crescita. Pesa la Brexit e la guerra commerciale con gli Usa
Un tasso di crescita del paese corretto in ribasso allo 0,8 per cento del Pil dall'1,9 per cento stimato a settembre scorso, poi ritoccato ad inizio anno. I cinque principali istituti di ricerca sull'economia tedeschi (Ifo, Iwh, Diw, Ifw e Rwi ) hanno pubblicato oggi il loro rapporto congiunto sull'economia della Germania. E non ci sono buone notizie. I fattori principali del declino...

L’autonomia che fa male alla crescita
La proposta sull’autonomia differenziata delle Regioni a statuto ordinario in discussione in Parlamento è destinata ad aumentare le già insostenibili disuguaglianze territoriali nel nostro Paese, in termini di crescita economica, istruzione e opportunità. L’aumento della disuguaglianza dei redditi rallenta la crescita economica e l’effetto è... di CLARA MASCIA, LORENZO GERMANI

Vincezo Comito: Basta con l’Alitalia
L’ultimo salvataggio è costato allo Stato 900 milioni di euro di prestito, ma la compagnia di bandiera ha di nuovo il fiato corto. Mentre soci (Easyjet) si sfilano o non si impegnano (Delta), il governo vuole buttare nel braciere Fs, forse in attesa dell’arrivo dei cinesi. Un morto che cammina Continua sino ad esaurimento delle scorte la liquidazione a favore dello straniero... di VINCENZO COMITO

Con la Via della Seta, la Cina è vicina?
L’Italia sarà il primo Paese del G7 ad aderire alla “Via della Seta”, il grande piano infrastrutturale del governo cinese. Alle pressioni per impedire un cambio di posizionamento a favore di Pechino, si contrappongono le spinte per l’apertura di nuovi mercati. Una partita globale, dall’esito molto incerto. Un timbro rosso con quattro caratteri sormonta il... di ANDREA PIRA

Vincenzo Comito: Via della seta. Il reciproco interesse degli investimenti italo-cinesi
È un discorso di Teng Tsiao Ping del 1978 a dare il via ad uno dei più grandi sommovimenti economici della storia. Ripercorriamone l’andamento e i cambiamenti. Nell’ambito di una crescita impetuosa, il ruolo degli investimenti esteri delle imprese del paese è molto mutato nel tempo. Dal 1979 al 2010-2011, sono stati gli investimenti in entrata ad essere... di VINCENZO COMITO