Lunedì 27 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento 08:44
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
CRISI: GB E GERMANIA,FORTI TAGLI SPESA PER CALO DEFICIT
Pugno duro di Regno Unito e Germania sulle spese pubbliche. Obiettivo primario la riduzione del deficit e del debito pubblico, saliti alle stelle a seguito della crisi economica. Il ministro britannico delle Finanze Alistair Darling, ha annunciato oggi in un'intervista al The Times il varo del più ampio programma di riduzione della spesa pubblica degli ultimi venti anni. Secondo Dariling, in questo momento, la riduzione delle spese pubbliche è diventato un imperativo «non negoziabile» per la riduzione del deficit pubblico, che dovrebbe raggiungere il 12% del Pil nel 2010. «La mia priorità è...
Spostarsi costa sempre di più, tra il caro benzina e le nuove tariffe spesi 300 euro in più a famiglia
Roma, 9 gen. (Adnkronos) - Spostarsi, in Italia, costa sempre di più. Ogni famiglia, secondo le stime di Adiconsum raccolte dall'ADNKRONOS, spende in media fino a 300 euro in più per colpa del caro benzina e dall'aumento della tariffe di treni e autostrade. Che ci si muova in auto o in treno, che lo si faccia per lavoro o per andare in vacanza, il risultato è una 'tassa' occulta, denuncia il...

crisi: cgia, debiti famiglie a quota 524,1 mld nel 2009
L'indebitamento delle famiglie italiane ha raggiunto quota 524,1 miliardi di euro nel 2009. Il dato emerge da uno studio della Cgia di Mestre che sottolinea anche come, seppure in crescita, si tratti di un importo piu' contenuto di quello registrato nei principali Paesi dell'Ue. In Spagna, ad esempio, il dato ha toccato quota 896,7 miliardi, in Francia 942,4 miliardi, in Germania 1.515,2 miliardi...

La Cina sorpassa la Germania è il primo esportatore del mondo
PECHINO - La Cina è ora la prima esportatrice mondiale, davanti alla Germania. Lo rende noto l'ufficio di statistica tedesco. Nei primi 11 mesi del 2009 da gennaio a novembre, le esportazioni cinesi hanno raggiunto un totale di 748 miliardi di euro (1.070 miliardi di dollari), mentre quelle tedesche si sono attestate a 734,6 miliaradi di euro (1.050 miliardi di dollari). E' dal 2003 che la...

SUPEREURO E CONCORRENZA, PER TURISMO È CRISI
- ROMA, 8 GEN - Complici il supereuro, la crisi internazionale e la forte concorrenza di altre destinazioni europee, il turismo italiano soffre. Al punto che il governo, l'8 maggio scorso, ha nominato un ministro per il turismo che l'Italia non aveva dal lontano 1993, quando il ministero venne abrogato con referendum. Il perdurare della crisi del settore fa tuttavia dire ad alcuni che il...

CRISI: USA; GROSS (PIMCO), DA DEFICIT RISCHI PER ECONOMIA
- NEW YORK, 7 GEN - Bill Gross, il co-amministratore delegato di Pimco, mette in guardia dai rischi legati al deficit statunitense e osserva come è improbabile che l'economia americana sarà abbastanza forte per far sì che il governo esca dolcemente dai programmi di spesa messe in atto e per far sì che gli investitori siano in grado di assorbire il deficit di fondi necessario all'economia. Nella...

CGIL - Il giudizio sulla Finanziaria e sul Bilancio 2010
Di seguito il link per visionare il dossier sulla L. 1790, Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato, e sulla L. 1791, Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2010 e bilancio pluriennale per il triennio 2010 – 2012: http://www.controlacrisi.org/joomla/DOCUMENTI/dossier_finanziaria.pdf

CARBURANTI: CODACONS CHIEDE DIMISSIONI SCAJOLA DOPO ENNESIMO RIALZO PREZZI
= Roma, 7 gen. - (Adnkronos) - «Oggi raffica di rialzi per la benzina che arriva a toccare 1,35 euro al litro. Ancora una volta, tutte le compagnie petrolifere hanno speculato sui prezzi dei carburanti, dando l'ultima stangata agli italiani ancora in vacanza che rientreranno da oggi a domenica». Così il Codacons in un comunicato commentando l'andamento dei prezzi dei carburanti. «Il tutto...

13:55 - CRISI: LA CINA A SORPRESA AVVIA L'EXIT STRATEGY
(ASCA) - Roma, 7 gen - Con una mossa che ha sorpreso i mercati finanziari e probabilmente anche i ministri delle finanze dei paesi del G20, la Cina ha avviato l'exit strategy dalla crisi con la decisione della banca centrale di iniziare una graduale politica monetaria restrittiva. Il peggio e' alle spalle e la caduta dell'economia globale si e' arrestata ma la ripresa e' ancora fragile e...

CRISI: PIU' CHE RIPRESA ECONOMIA LENTA SIAMO IN STAGNAZIONE
COn la crescita del Pil nel terzo trimestre l'Italia è «tecnicamente fuori dalla recessione» , ma la ripresa è «lenta» con previsioni di crescita dello 0,6% nel 2010 e dell'1,6% nel 2011, cosi' recitano le agenzie rispetto alle previsioni comunicate oggi dall'ABI, ma in realtà questi dati confermano che nel migliore dei casi siamo in piena stagnazione. Sempre l'ABI stima al 5,1% il rapporto...