Lunedì 22 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento 11:18
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Tasse, la Cgil boccia la riforma "Poco ai poveri, troppo ai ricchi"
ROMA - Non gli piacciono i tempi: la riforma fiscale rilanciata da Berlusconi vuol cambiare tutto dopo, per non cambiare nulla adesso. Ma non è d'accordo nemmeno sui numeri: due aliquote sono troppo poche perché non rispettano la progressività e anche le percentuali scelte non vanno bene. Guglielmo Epifani, leader della Cgil, boccia il piano del governo sul fisco. "E' una mossa furba, propagandistica - commenta - fatta apposta per rimandare decisioni che dovrebbero essere prese subito. Si propone un progetto globale, che chiede tempi lunghi e approfondimenti, e si tralasciano interventi -...
SALDI: CODACONS;NEGOZIANTI HANNO PREVISTO FLOP,ACQUISTI -10%
ROMA, 10 GEN - «Se le scorte sono esaurite è unicamente perchè i commercianti, prevedendo il flop dei saldi, hanno ridotto le forniture». È questa la risposta del Codacons alle dichiarazioni di Confcommercio, secondo le quali i saldi invernali starebbero registrando risultati positivi record.«In base alle nostre indagini - afferma il presidente del Codacons, Carlo Rienzi - gli acquisti dei...

IN USA I BANCHIERI PRATICANO LA LINEA DRAGHI. BONUS DA OTTO CIFRE " PER I RISCHI D'IMPRESA"
STAGIONE BONUS BANCHE (ANSA) - NEW YORK, 10 GEN - La stagione dei bonus si apre a breve e già si prennuncia ricca di polimiche: nonostante gli inviti a ridurli, molte banche si preparano a staccare pesanti assegni che, per alcuni istituti, potrebbero risultare ai livelli degli anni boom. E il settore, riporta il New York Times, è «consapevole che i numeri a sei, sette o otto cifre faranno...

Fisco, il regalo del premier ai ricchi
Le aliquote diminuiscono solo per i redditi medio alti e costerà al paese 30 mld di Fabio Sebastiani (Liberazione del 10/01/2010) In Italia il 10% dei cosiddetti contribuenti detiene il 45% della ricchezza. Ergo, secondo il premier Silvio Berlusconi, che ieri è tornato a sponsorizzare la riforma del fisco, il modo migliore per avere un sistema più equo è quello di togliere le aliquote più alte,...

FERRERO - FEDERAZ SINISTRA: TASSE, PROPOSTA BERLUSCONI DI RIDURRE ADUE LE ALIQUOTE FISCALI E’ UN FAVORE AI RICCHI. IN ITALIA SERVE TASSASU GRANDI PATRIMONI.
Italia - La proposta resa nota oggi dal premier Berlusconi di ridurre a due lealiquote fiscali è un puro regalo ai ricchi perché è evidente che inquesto modo la tassazione perderà il suo carattere di progressività.Berlusconi come al solito vuole favorire i ricchi e questo aggraveràla crisi economica. In Italia il problema è far pagare più tasse ai ricchi, per questoserve una tassa sui grandi...

CRISI: GB E GERMANIA,FORTI TAGLI SPESA PER CALO DEFICIT
Pugno duro di Regno Unito e Germania sulle spese pubbliche. Obiettivo primario la riduzione del deficit e del debito pubblico, saliti alle stelle a seguito della crisi economica. Il ministro britannico delle Finanze Alistair Darling, ha annunciato oggi in un'intervista al The Times il varo del più ampio programma di riduzione della spesa pubblica degli ultimi venti anni. Secondo Dariling, in...

Spostarsi costa sempre di più, tra il caro benzina e le nuove tariffe spesi 300 euro in più a famiglia
Roma, 9 gen. (Adnkronos) - Spostarsi, in Italia, costa sempre di più. Ogni famiglia, secondo le stime di Adiconsum raccolte dall'ADNKRONOS, spende in media fino a 300 euro in più per colpa del caro benzina e dall'aumento della tariffe di treni e autostrade. Che ci si muova in auto o in treno, che lo si faccia per lavoro o per andare in vacanza, il risultato è una 'tassa' occulta, denuncia il...

crisi: cgia, debiti famiglie a quota 524,1 mld nel 2009
L'indebitamento delle famiglie italiane ha raggiunto quota 524,1 miliardi di euro nel 2009. Il dato emerge da uno studio della Cgia di Mestre che sottolinea anche come, seppure in crescita, si tratti di un importo piu' contenuto di quello registrato nei principali Paesi dell'Ue. In Spagna, ad esempio, il dato ha toccato quota 896,7 miliardi, in Francia 942,4 miliardi, in Germania 1.515,2 miliardi...

La Cina sorpassa la Germania è il primo esportatore del mondo
PECHINO - La Cina è ora la prima esportatrice mondiale, davanti alla Germania. Lo rende noto l'ufficio di statistica tedesco. Nei primi 11 mesi del 2009 da gennaio a novembre, le esportazioni cinesi hanno raggiunto un totale di 748 miliardi di euro (1.070 miliardi di dollari), mentre quelle tedesche si sono attestate a 734,6 miliaradi di euro (1.050 miliardi di dollari). E' dal 2003 che la...

SUPEREURO E CONCORRENZA, PER TURISMO È CRISI
- ROMA, 8 GEN - Complici il supereuro, la crisi internazionale e la forte concorrenza di altre destinazioni europee, il turismo italiano soffre. Al punto che il governo, l'8 maggio scorso, ha nominato un ministro per il turismo che l'Italia non aveva dal lontano 1993, quando il ministero venne abrogato con referendum. Il perdurare della crisi del settore fa tuttavia dire ad alcuni che il...