Lunedì 14 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento 00:41
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
"Tassa sui rifiuti, troppe disparit\u00e0 da una citt\u00e0 all'altra. L'indagine di Cittadinanzattiva" Tassa sui rifiuti, troppe disparità da una città all'altra. L'indagine di Cittadinanzattiva
La città più costosa è Trapani con 571 euro. La più economica Belluno, con 153 euro. La differenza è di oltre 400 euro. Ecco l’Italia della tariffa rifiuti, che varia da regione a regione, da città a città, con uno scarto davvero consistente. In media la tassa dei rifiuti costa 302 euro ma le differenze territoriali sono molto marcate: fra la regione più economica e quella più costosa si arriva a oltre il 120% e fra la provincia meno cara e quella più cara addirittura a oltre il 270%. I dati vengono...
La vera manovra del cambiamento
Martedì 27 presentiamo la nostra controfinanziaria in alternativa a quella del governo, sbagliata e contraddittoria. La campagna Sbilanciamoci! propone una manovra da meno di 39 miliardi senza aumentare l’indebitamento e il rapporto deficit-pil, sterilizziamo le clausole di salvaguardia. E troviamo risorse per investire in welfare, ambiente e diritti con una politica di giustizia...

"L\u2019Italia ha la terza elettricit\u00e0 pi\u00f9 cara dell\u2019Unione europea: sono nove milioni gli italiani che non ce la fanno a pagare le bollette di luce e gas. La denuncia di Adiconsum" L’Italia ha la terza elettricità più cara dell’Unione europea: sono nove milioni gli italiani che non ce la fanno a pagare le bollette di luce e gas. La denuncia di Adiconsum
Nove milioni di italiani al freddo per l’impossibilità di pagare le bollette di luce e gas. Oltre il 16% delle famiglie. Povertà energetica in aumento in Italia, che conta la terza elettricità più cara dell’Unione europea. Mentre sulle bollette dell’energia si sono abbattuti recenti rincari che fanno temere per le famiglie. Molte “saranno... di REDAZIONE

I conti non tornano. Tria vuole mediare, i due vicepremier no
La lettera partirà oggi, probabilmente in tarda serata, dopo il consiglio dei ministri, nell’ultimo momento utile prima della scadenza dell’«ultimatum» europeo. Cosa ci sarà scritto ancora non si sa. Interrogato in materia Salvini risponde a muso duro: «Chiedete a Tria. Ma i fondamentali non si toccano. Se uno vuole spostare una x dalla spesa corrente... di ANDREA COLOMBO

Roberto Romano: Bruxelles e Roma, la sconfitta dalla ragione
La Commissione europea sbatte la porta in faccia all’Italia in nome del rischio di una espansione fiscale restrittiva che, in una congiuntura economica per niente rosea, è un assurdo logico. Il governo Conte non ha una politica economica, quelli precedenti non sono meno colpevoli con i loro deficit postdatati. Nel mentre lo scenario economico internazionale manifesta un... di ROBERTO ROMANO

Inquinamento chimico, l'accusa degli organi europei di controllo: "Le aziende stanno infrangendo le normative"
Un terzo (32%) delle 1.814 sostanze chimiche prodotte in grandi quantità, commercializzate in Europa dal 2010, non sarebbe conforme alle norme Ue volte a proteggere il pubblico e l'ambiente da esposizioni nocive. Le industrie produttrici, è la denuncia dello Environmental European Bureau (Eeb), non hanno fornito dati a norma di regolamento sull'impatto ambientale e sulla salute.... di REDAZIONE

Il 27 novembre appuntamento con la Controfinanziaria 2019
Martedì 27 novembre presentazione della Controfinanziaria 2019: appuntamento alle ore 11.00, presso la Sala Nilde Iotti della Camera dei Deputati, a Palazzo Theodoli in Piazza del Parlamento 19 – Roma Il prossimo martedì 27 novembre a Roma, alle ore 11.00 , presso la Sala Nilde Iotti della Camera dei Deputati, a Palazzo Theodoli in Piazza del Parlamento 19 , si...

Una manovra economica contro i poveri
Invece di sganciare il soggetto in difficoltà dal ricatto lo si rinchiude in un ulteriore trappola che serve solo agli interessi del modello economico di riferimento del governo: il liberismo economico Il Def non interviene su nessuna delle cause che provocano l’aumento delle disuguaglianze: tagli alle politiche sociale, politiche di austerità, lavoro povero ed a bassa... di GIUSEPPE DE MARZO