Mercoledì 27 Agosto 2014 - Ultimo aggiornamento 13:33
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Asfissia violenta: così i carabinieri hanno ucciso un tunisino
Il procuratore di Sanremo: «Di questa morte lo Stato deve farsi carico. Si tratterà di un brutto processo” "Arresto cardiocircolatorio neurogenico secondario ad asfissia violenta da inibizione dell'espansione della gabbia toracica". Non riusciva a respiare, Bohli Kayes, il tunisino morto la sera del 5 giugno scorso in seguito ad un arresto particolarmente concitato - per spaccio di droga - da parte dei carabinieri di Santo Stefano al Mare, poco distante da Sanremo. Un caso Aldrovandi, un altro caso Rasman, l'ennesimo fatto di malapolizia in questo Paese. «C'è...
Un'epica di libertà. Un libro da leggere
. La rivolta degli schiavi sull'Amistad, il processo negli Usa e il loro ritorno in Africa raccontati in un avvincente libro di Markus Rediker edito da Feltrinelli A differenza del film di Steven Spielberg, lo storico sociale mette a fuoco le capacità politiche manifestate dagli schiavi nella loro vincente ribellione   Il 2 settembre 1839, mentre il pubblico «beveva,...

Carceri, il dossier dell'M5S sul disastro Italia: mancano 25mila posti
Sono almeno 19 mila i posti in piu' che servirebbero per fronteggiare l'emergenza carceri. Ma viste anche le struttura inutilizzabili per manutenzione e ristrutturazione, il saldo sale a 25 mila posti. E’ la sintesi del dossier presentato dal gruppo M5S alla Camera. Oggi, mentre l'aula di Montecitorio sta esaminando il decreto cosiddetto 'svuota-carceri' per licenziarlo in serata –...

Marocco: re revoca grazia a pedofilo, "ma e' irreperibile"
Mohamed VI, re del Marocco, ha revocato la grazia concessa per errore ad un pedofilo spagnolo (condannato nel 2011 a 30 anni per aver abusato di 11 bambini tra i 4 e i 15 anni) il cui rilascio aveva scatenato ieri grandi manifestazioni di protesta nel Paese. Lo ha reso noto un comunicato del palazzo reale diffuso dall'agenzia ufficale Map, sottolineando che il sovrano non era a conoscenza dei...

Fiamme nella centrale elettrica Enel a Bari. Fuoco spento dopo ore
Potrebbe essere stato un corto circuito la causa dell’incendio che intorno alle 14 si è propagato nella centrale termoelettrica di Bari, al quartiere Stanic. Le fiamme sono scoppiate in un edificio dove sono installati i quadri elettrici del Gruppo 2 che entra in funzione per stabilizzare la situazione della rete in caso di guasti o per sopperire ad altra centrale quando questa...

Retromarcia Disney: Topolino non trasloca
Retromarcia lampo di Disney Italia e Panini: le due aziende hanno ceduto alle richieste dei giornalisti e grafici di Topolino, che qualche giorno fa avevano incrociato le braccia contro l'annunciato trasferimento da Milano a Modena. Topolino - insieme a diverse altre riviste ispirate ai personaggi Disney - è stata infatti ceduta alla multinazionale italiana con sede in Emilia, ma la... di AN. SCI.

Nessuno si offre di pagare il funerale di Andrea, la trans uccisa a Termini
In corso le indagini sull’omicidio. La polizia: “Al momento tutte le piste sono aperte”. La salma è custodita all’ufficio di medicina legale di Roma. L’Help center della stazione: aveva sempre rifiutato ogni aiuto Non si sa ancora chi ha ucciso Andrea a calci, pugni e bastonate, abbandonando il suo corpo massacrato lungo il binario 10 della stazione Termini.... di MARIA GABRIELLA LANZA

Lotta alla criminalità, a Caserta il meeting della legalità dedicato ai giovani
Cinquecento giovani provenienti da tutta Italia partecipano da iero (fino al 2 agosto) a Caserta al meeting della Legalità. Quattro giorni dedicati al tema del rispetto delle regole declinato pero' sul fronte ambientale, della sfida alla criminalita' organizzata, del lavoro e dell' integrazione degli immigrati. Il programma prevede che i giovani partecipino la mattina alle attivita'... di FABRIZIO SALVATORI

L’incidente del pullman in Irpinia, la solidarietà del Prc
“Con grande sofferenza e commozione sincera partecipiamo al dolore che ha colpito le vittime del terribile incidente avvenuto lungo il tratto autostradale Napoli – Canosa all’altezza di Monteforte Irpino. In tragedie simili ogni parola è superflua e le polemiche potrebbero risultare fuori luogo e fastidiose, tuttavia non possiamo non evidenziare che chi ha...

Tragedia bus Avellino, Polstrada: "Senza precedenti. Tempi di guida causa ricorrente"
Omicidio colposo plurimo e disastro colposo. E’ questo il reato iscritto nell’inchiesta aperta dalla procura di Avellino sul tragico incidente stradale di ieri notte nei pressi dell’uscita di Avellino ovest sull’A 16 (Napoli BAri) dove sono morte, stando agli ultimi aggiornamenti, 39 persone, ed un’altra decina sono rimaste ferite, tra cui alcuni bambini. L'indagine... di FABIO SEBASTIANI