Venerdì 30 Settembre 2016 - Ultimo aggiornamento 21:30
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Almeno un greco su due ha aiutato i profughi
Più di 5 milioni di greci ha aiutato con qualche forma i profughi l’ultimo periodo, secondo una ricerca dell’organismo non governativo “diaNEOsis” in collaborazione con la società di sondaggi Pubblic Issue che è stata pubblicata domenica. Un paese può essere letteralmente “invaso” dai profughi che scappano dalle guerre e della fame ma questo non significa che la sua gente deve diventare xenofoba e razzista. La Grecia, con un popolazione sei volte più piccola dell’Italia ha avuto almeno sei volte di...
Gap di Udine, dal riciclo dei computer al "pane sospeso". "Anche cosi intendiamo essere compagni"
Anche a Udine,come in molte altre parti d’Italia, abbiamo da tempo avviato un G.A.P. che oramai funziona già da qualche anno. Noi del Circolo P.R.C. della nostra città volevamo dare un’ ulteriore utilizzo alla nostra sede e renderla più frequentabile anche da chi non era dei nostri. Ci premeva dimostrare che era possibile passare dalle parole ai fatti e che la...

"Accogliere: la vera emergenza". Rapporto e assemblea della campagna LasciateCIEntrare
Giovedì 25 febbraio, ore 16.30 C/O Casa Internazionale delle Donne, Via della Lungara 19, Roma ci sarà l'assemblea promossa dalla Campagna LasciateCIEntrare.La campagna si rivolge ai tanti e alle tante che si impegnano ogni giorno sul fronte del contrasto al razzismo, che provano a proporre modalità diverse di accoglienza per chi arriva in Italia, che, nei propri diversi...

Quei migranti dimenticati che muoiono nell'Oceano Indiano
Nell’Oceano Indiano si sta consumando una tragedia dell’immigrazione nel quasi totale silenzio dei media internazionali. Migliaia di persone muoiono infatti nel tentativo di raggiungere l’isola di Mayotte , una delle quattro che compongono l’arcipelago delle Comore. Ne dà notizia la rivista Africa . La storia di Mayotte è molto particolare....

La doppia pena del migrante
Infine, forse, entrano in Austria, da dove sono spediti in Germania, cioè in Baviera. E quale è la prima mossa dei bavaresi, costretti a farli entrare da Angela Merkel? Sequestrare beni e contanti superiori a 750 Euro, «per finanziare la loro accoglienza». Prima di maledire il governo bavarese, è utile qualche considerazione... di ALESSANDRO DAL LAGO

Podemos al re: «Governo socialista con Iglesias vicepremier»
Rajoy rinuncia a presentarsi per primo al Congresso, palla al Psoe. Possibile la svolta a sinistra. Nel fine settimana primi colloqui tra Sánchez e Iglesias sul governo «di cambiamento e di progresso» La prima settimana di consultazioni con il monarca spagnolo si è chiusa ieri con i fuochi d’artificio. Dopo una giornata piena di colpi di scena,... di LUCA TANCREDI BARONE

La sartoria Karalò a Roma, dal sistema di accoglienza all'autogestione conflittuale. Prima puntata
“Karalò”, letteralmente, in lingua mandinga, significa “sarto”. Un termine che definisce un tipo di lavoro, che descrive una professione ben precisa, quella del sarto appunto... Il 17 dicembre, durante l'iniziativa Pratiche di mutuo soccorso (presso lo spazio Communia, a Roma), autogestione e conflitto è stata inaugurata la sartoria... di VALERIO SEBASTIANI, MAURIZIO FRANCO

"Un nuovo percorso della R@p, che nasce dall'esperienza delle associazioni territoriali". Intervista ad Andrea Viani
Pochi giorni fa a Milano si è aperto un nuovo percorso per la R@p. Un percorso caratterizzato dall'idea del coordinamento associativo costituito da tutte le realtà che in qualche modo stanno intervenendo nei territori nel segno della solidarietà. E' stato un percorso che qualche anno fa si raccolse intorno a un prima versione della R@p. Ora a distanza di qualche anno si... di FABIO SEBASTIANI

Gino Strada: aboliamo insieme la guerra
L’articolo di questa pagina, affidato inesclusiva ad “Avvenire” nella suaversione integrale, è il discorsopronunciato ieri dal fondatore di”Emergency”, Gino Strada, ricevendo alParlamento svedese il “Right LivelihoodAward”, considerato il premio per la pacealternativo al Nobel. Il premio è statoconferito a Strada, 67 anni,... di GINO STRADA

L'Aquila, un appello per Giulio Petrilli condannato per abuso d'ufficio: aveva regolarizzato alcuni precari
Giulio Petrilli, storico compagno de L'Aquila, è stato condannato dalla Corte d'Appello a otto mesi senza condizionale per abuso di ufficio per avere regolarizzato 5 dipendenti part time quand'era presidente dell'ARET (azienda regionale economia e territorio) dal 2006 al 2008, e siglato un nuovo contratto con il direttore, riducendone il compenso da 110.000 euro annui a 39.000. Quello che... di REDAZIONE