Giovedì 03 Dicembre 2020 - Ultimo aggiornamento 06:41
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Ci hanno riprovato
Ci hanno riprovato. Il presidio di Bruzolo era stato dato alle fiamme sabato 16 gennaio più o meno all’ora di cena, troppo presto perché qualcuno che transitava sulla strada ha dato l’allarme e sono arrivati i vigili del fuoco, tutto si è spento. Certo qualche danno c’era stato ma il presidio pur “sotto sequestro” era ancora in piedi diversamente da quello che era accaduto al presidio di Borgone nella notte di sabato 23 gennaio, raso al suolo. Dopo il primo incendio una fiaccolata convocata attraverso sms fra sabato e domenica aveva fatto confluire seimila persone. La...
Haiti. Il governo italiano non riesce neppure a coordinare gli aiuti
di Matteo Giuli Scontro Bertolaso-Formigoni. L'arrivo della Cavour previsto per il 2 febbraio Alla fine questa corsa alla solidarietà si sta rivelando una vera e propria gara al protagonismo. Un appuntamento al quale anche il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi non ha certamente voluto sottrarsi, annunciando già ieri l'invio dell'uomo della provvidenza,  Guido Bertolaso, che guarda...

LAVORO: INNSE, COMUNE LODI PREMIA UNO DEI LEADER PROTESTA. LA LOTTA PAGA!
LODI, 19 GEN - Il Comune di Lodi ha premiato oggi pomeriggio con la benemerenza civica Massimo Merlo, considerato da molti come uno dei 'padrì delle proteste sui tetti per le aziende in chiusura. Merlo, collaudatore, è uno dei cinque operai che si batterono dal tetto dell'azienda per salvare la fabbrica milanese della Innse. La motivazione recita: «È stato tra i protagonisti della clamorosa...

HAITI: VICEPRESIDENTE BOLIVIANO AGLI USA, NON SERVONO TRUPPE MA RISORSE
= La Paz, 19 gen. - (Aki) - Il vicepresidente boliviano è giunto ieri a Haiti con i primi aiuti del Paese andino: cibo, riso in particolare, medicinali e «centinaia di litri di sangue». Nei giorni scorsi la presenza dei soldati americani nel Paese caraibico ha suscitato le critiche di alcuni dei Paesi dell'Alba (Alleanza Bolivariana per le Americhe). Chávez ha accusato gli Usa di sfruttare il...

"Cento bambini nella scuola crollata"Ma c'è chi sull'isola si gode la crociera
Nelle fosse comuni 70mila cadaveri.«Cento bambini sepolti a Leogane». Italia pronta a inviare carabinieri (Infophoto) MILANO - Haiti tra caos e speranze. A una settimana dal violento sisma che ha devastato l'isola caraibica si continua a scavare tra le macerie. A Port-au-Prince è una corsa contro il tempo: squadre di soccorso arrivate da tutto il mondo cercano...

I GAP DI PALERMO ATTIVANO SOLIDARIETA' PER I LAVORATOR MULTIMEDIA, SOSTENGONO GLI AGRICOLTORI, CONTRASTANO IL CAROVITA
I GAP di Palermo attivi nella solidarietà ai lavoratori del call center Multimedia Planet di Trapani in lotta e nel sostegno agli agricoltori di Misilmeri. Scritto da Administrator Domenica 17 Gennaio 2010 20:14 Sono due le iniziative solidali che questa settimana contraddistingueranno le attività dei GAP Palermo. La prima: l'acquisto a 60 centesimi al KG (contro i 12 cent della...

15:55 Haiti/ Cnn: Forse 100 bambini sotto macerie scuola Leogane
Roma, 18 gen. (Apcom) - Circa 100 bambini sarebbero sepolti sotto le macerie di una scuola di Leogane, a una ventina di chilometri da Porta au Prince, capitale dell'isola di Haiti, colpita sei giorni fa da un violento sisma. Lo riferisce l'inviato della Cnn Anderson Cooper ad Haiti. La città haitiana di Leogane, che conta circa 134.000 abitati e si trova a ovest della capitale Port-au-Prince,...

HAITI: CHAVEZ, GLI USA STANNO «OCCUPANDO MILITARMENTE» OBAMA MANDI MEDICI E NON SOLDATI
Caracas, 18 gen. - (Adnkronos) - Il presidente venezuelano Hugo Chàvez ha dichiarato che gli Stati Uniti stanno approfittando del terremoto ad Haiti per «occupare militarmente» il Paese. «Stanno occupando Haiti facendo finta di nulla», ha detto Chàvez, allegando che gli Usa starebbero inviando nel Paese caraibico «migliaia di soldati armati, come per una guerra». Per il presidente venezuelano se...

Fidel Castro: Ad Haiti verrà messo alla prova lo spirito di cooperazione fra i paesi
Le notizie che giungono da Haiti mostrano il gran caos che ci si aspettava dalla situazione eccezionale creata dalla catastrofe. Sorpresa, sgomento, commozione nei primi istanti, desiderio di prestare aiuto immediato dai più remoti angoli della Terra. Cosa inviare e come in un angolo dei Caraibi, dalla Cina, dall'India, dal Vietnam e da altri luoghi che si trovano a decine di migliaia di...

HAITI, IL PRESIDENTE DEL SENEGAL OFFRE LA TERRA AI DISCENDENTI PER FAVORIRE IL RITORNO
- Il presidente senegalese Abdoulaye Wade ha dichiarato oggi di voler favorire il «ritorno» in Africa degli haitiani, offrendo una terra ai discendenti degli schiavi dopo il terribile terremoto che martedì ha colpito l'isola caribica. In un'intervista a radio France Info, Wade ha detto che «il ripetersi di calamità naturali mi spinge a proporre una soluzione radicale: ... creare in Africa, con...