Domenica 18 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento 12:48
MioGiornale.com
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
"Mutilato e beffato, perde le dita ma nessuno lo risarcisce" Mutilato e beffato, perde le dita ma nessuno lo risarcisce
Prima un grave infortunio sul lavoro. Poi un risarcimento danni mai ottenuto: le lungaggini di una giustizia spesso senza senso rischiano di mandare tutto in prescrizione. Per chi ancora riesce a lavorare, tornare a casa sano e salvo non sempre è una certezza e battersi per il proprio diritto alla sicurezza può risultare molto difficile. SENZA DITA - Salvatore Pinto il 25 gennaio del 2006 sta lavorando nello stabilimento Indesit di Carinaro (Ce) dove si producono frigoriferi. Quel giorno si infortuna gravemente: rimane incastrato nell’estrusore, un macchinario industriale...
Russia, esplosione in miniera. Diciotto lavoratori sotto le macerie
Diciotto minatori russi sotto le macerie di una miniera nel nord del paese. Un'esplosione si è verificata questa mattina presso Vorkuta, Komi (Russia nord occidentale). Ancora nessun particolare sull'eventualità di morti o feriti. Secondo il ministero delle situazioni di emergenza russo, potrebbero essere sotto le macerie 18 persone. Nel momento dell'esplosione vi si trovavano 22...

Bangladesh, 7 operaie minorenni vittime di un incendio in una fabbrica
Bangladesh. Sono 7 le operaie minorenni  morte in un incendio scoppiato in una fabbrica  di abbigliamento a Dacca.Le fiamme sono divampate dai magazzini dove erano stipate un numero elevato di spugna.Le uscite di sicurezza bloccate hanno ritardato l'evacuazione dello stabilimento e per questo le vittime non hanno trovato la via per fuggire, ma sono rimaste...

Basta morti sul lavoro!
di Marco Bazzoni, Operaio metalmeccanico e Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, Firenze E’ stato un 2012 drammatico per il numero di morti sul lavoro in Italia. Circa 1200 in totale di cui 622 sui luoghi di lavoro, nonostante la crisi devastante che ha colpito il Paese. Agricoltori (33%), muratori (29%), operai (11%), ma anche autotrasportatori (6,1%) e impiegati (5,8%)....

"Anmil, sulla sicurezza nel lavoro chiede l'impegno dei candidati premier" Anmil, sulla sicurezza nel lavoro chiede l'impegno dei candidati premier
Arriva l'appello dell'Anmil rivolto ai candidati premier.  "Occorre prevedere impegni chiari e determinati nelle politiche sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e per la tutela delle vittime di infortuni, rispetto ai gravi problemi ancora sul tappeto'', affermarin una nota il presidente dell'Anmil, Franco Bettoni. ''Con o senza crisi - sottolinea guardando ai dati diffusi...

Operaio, muore schiacciato da un escavatore
Un ragazzo di 25 anni - sconosciuta ancora l'identità - è deceduto oggi verso mezzogiorno schiacciato tra la pala e la cabina di un piccolo escavatore che stava manovrando nel cortile di casa, a Vigolo, in provincia di Bergamo.L'escavatore è sotto sequestro.

Protocollo d’intesa “Liberi dall’Amianto” e campagna "Asbestus free" per combattere il killer
La fondazione Anmil “Sosteniamoli Subito”, le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, Ugl e le associazioni Afeva (associazione familiari e vittime amianto) e Aiea (associazione Italiana esposti all’amianto) presentano il protocollo d’intesa “Liberi dall’Amianto” per la ricerca scientifica sul tema dell’amianto, insieme alla campagna di...

Operaio muore folgorato durante un intervento di manutenzione
E' morto folgorato stamattina mentre effettuava un intervento di manutenzione dentro una cabina elettrica ad Avigliana. Si tratta di un operaio, dipendente di una ditta provata che lavorava per l'Enel.L'uomo, trovato vivo dall'elisoccorso del 118 è poi deceduto durante il trasporto all'ospedale Cto di Torino.

Precipita dal quarto piano, sul lavoro muore un operaio
E' morto oggi a Terni. Prima è precipitato da un terrazzo del quarto piano da un palazzo. Si tratta di un operaio impegnato in lavori di manutenzione.L'uomo, riportano i carabinieri, stava lavorando per conto di una ditta del posto. Da accertare le cause della sua caduta.strada per cause in corso di accertamento.

Amianto serial killer. Nell'ex industria Sacelit 110 morti su 210 lavoratori
Siamo a 110 morti fra i 210 ex dipendenti . Il bilancio drammatico è quello delle vittime dell'amianto della respirato nell'ex industria Sacelit di Archi (Me). La notte scorsa è deceduto appunto l'ex dipendente numero 110 della “fabbrica della morte”, L. F., 74 anni. Anche lui è morto “per asbestosi pleurica, insufficienza respiratoria, placche della...