Giovedì 24 Luglio 2014 - Ultimo aggiornamento 07:00
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
È «omicidio volontario»
Sedici anni e mezzo all’amministatore delegato della Thyssenkrupp, il tedesco Harald Espenhahn, per il rogo che la notte del 6 dicembre 2007 uccise sette operai: ma, soprattutto, secondo i giudici della Corte di Assise di Torino fu «omicidio volontario». Una sentenza storica quella emessa ieri davanti alle famiglie delle vittime, che avevano atteso una intera giornata, augurandosi finalmente di avere giustizia. Pene severe anche per gli altri cinque dirigenti Thyssenkrupp: la corte presieduta da Maria Iannibelli ha condannato Gerald Priegnitz, Marco Pucci, Raffaele Salerno e Cosimo...
ThyssenKrupp: «Fu omicidio volontario»
L'amministratore delegato della ThyssenKrupp è stato condannato dalla Corte di Assise di Torino a 16 anni e mezzo di reclusione. Accolte le richieste dell'accusa per tutti gli imputati. Nel 2007 la strage dei sette operai. La difesa annuncia il ricorso di D.O., rassegna.it L’amministratore delegato della ThyssenKrupp Harald Espenhahn è stato condannato dalla Corte di Assise di Torino a 16 anni e...

Il più feroce fra i serial killers. Il lavoro assassino: nel primo trimestre +25% morti
Dopo la flessione del 2010 (-6,9%) ricomincia a crescere il numero di infortuni mortali sul lavoro. Sono stati 125 tra gennaio e marzo 2011, contro i 91 del 2010. Un morto su tre nel weekend. Lo rivela uno studio di Vega Engineering Tornano ad aumentare in maniera consistente le morti sul lavoro. Nei primi tre mesi del 2011 se ne sono registrate 114, contro le 91 del primo trimestre 2010. In...

ThyssenKrupp, un fuoco ancora acceso. La strage, il processo. Una ricostruzione dei fatti
Le tappe principali del procedimento: le carenze della sicurezza, la corsa a risparmio della multinazionale, i controlli Asl annunciati, gli estintori irregolari. La difesa insiste sugli errori degli operai. Una tragedia che ha segnato l'immaginario di Emanuele Di Nicola, rassegna.it E' la notte tra il 5 e 6 dicembre 2007. Nello stabilimento ThyssenKrupp di Torino avviene un incidente: da una...

Rogo alla ThyssenKrupp, è attesa per la sentenza
Più che mai peserà come un macigno, nell'aula della corte d'Assise di Torino dove è attesa la sentenza per il rogo alla Thyssen divampato nella notte del 6 dicembre 2007, l'assenza dei sette operai morti bruciati. Nella novantina di udienze che dal 15 gennaio 2009 si sono succedute tra lacrime dei parenti, manifestazioni di solidarietà di chi da fuori ai cancelli reclamava giustizia e un serrato...

I PROFITTI DEI PADRONI SUL SANGUE DI CHI LAVORA. A CASERTA MUORE UN ALTRO EROE
E se invece di piangere ogni giorno la nostra gente facessimo uno sciopero generale contro questa strage? E' chiedere troppo? INCIDENTI LAVORO: MORTO TRAVOLTO DA LASTRA NEL CASERTANO (ANSA) - NAPOLI, 13 APR - Incidente mortale sul lavoro nel Casertano, a Santa Maria Capua Vetere: un uomo di 42 anni è morto. Secondo una primissima ricostruzione, l'uomo, di Santa Maria la Fossa (Caserta), sarebbe...

incidente saras: sotto sequestro sito infortunio mortale
I carabinieri della compagnia di Cagliari hanno posto sotto sequestro nel pomeriggio il sito all'interno della raffineria Saras di Sarroch (Cagliari) dov'e' avvenuto l'infortunio costato la vita a un operaio di una ditta d'appalto siciliana. Su disposizione del pm della procura di Cagliari, Emanuele Secci, al quale e' stata assegnata l'inchiesta, i militari hanno sequestrato la colonna in cui...

Incidenti lavoro: CGIL, nuovo morto alla Saras di Cagliari dimostrazione ritardi su controllo appalti
Un nuovo incidente mortale alla raffineria Saras di Saroch in Sardegna dove meno di due anni fa morirono tre operai. Un fatto, secondo la CGIL Sardegna, “dalla gravità inaudita, che consideriamo inaccettabile perché non è casuale, ma scaturisce da una serie di comportamenti sbagliati che potevano essere evitati”. Sciopero di 8 ore dei lavoratori dello stabilimento A distanza di appena due anni...

Incidenti lavoro: Saras, morto operaio
(ANSA) - CAGLIARI, 12 APR - E' morto il piu' grave dei 2 operai colpiti ieri sera da un getto di ossido di zolfo mentre stavano pulendo un impianto nello stabilimento petrolchimico della Saras a Sarroch. L'uomo aveva accusato un arresto cardiaco. Appresa la notizia, gli operai hanno deciso di astenersi dal lavoro per protesta e i sindacati hanno proclamato una giornata di sciopero. La...

giappone: agli eroi di fukushima 3.500 euro al giorno
Rassegnati a morire per scongiurare un disastro nucleare, costretti a vivere in condizioni impossibili almeno ma ben pagati. Secondo la stampa nipponica, ai '50 di Fukushima' - come vengono ormai chiamati gli 'eroi' che lavorano nella centrale nucleare devastata- sono stati offerti 400mila yen al giorno (oltre 3.500 euro): prima della crisi, agli operai venivano dati tra gli 85 e i 170 euro al...