Sabato 19 Aprile 2014 - Ultimo aggiornamento 12:00
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Tibet: 83 operai miniera sepolti da frana
83 lavoratori sono rimasti sepolti da una grossa frana in una zona mineraria in Tibet. Gli operai lavorano per il gruppo minerario China National Gold, che si occupa dell'estrazione di oro. Oltre 1000 soccorritori stanno lavorando sul posto. Il presidente cinese Xi Jinping e il premier Li Keqiang hanno ordinato alle autorità locali e nazionali di fare di tutto per salvare gli operai. Le autorità locali parlano di "disastro naturale". Lo smottamento del terreno è avvenuto nelle prime ore del mattino e ha interessato un'area di quattro chilometri quadrati, con due milioni...
Incidenti lavoro, grave operaio all'Ilva di Taranto
Un infortunio sul lavoro si è verificato stamani (29 marzo) all'Ilva di Taranto . Lo riferisce l'Agi. E' accaduto nel reparto finitura della Pla2 (Produzione lamiere). Gli operai stavano sistemando delle barre laterali all'impianto quando, per cause in corso d'accertamento, è partita una delle lamiere ed un operaio si è trovato con il piede incastrato tra un rullo e la...

Morta un'operaia sul lavoro
Incidente mortale sul lavoro in un'azienda tessile biellese. E' accaduto questa mattina. Un'operaia è rimasta ghermita da una macchina mentre stava lavorando e ha perso la vita. E' stato un collega che si trovava nello stesso reparto, a sentirla urlare. Sul luogo sono interventi i soccorsi ma per la donna, 39 anni, madre di due figli, non c'e' stato nulla da fare.

Immigrati, rischio di morire sul lavoro +50% rispetto a quello degli italiani
Sono i lavoratori stranieri a correre più rischi rispetto ai loro colleghi italiani in relazione agli infortuni. Uno dei motivi principali è che sono proprio gli immigrati vengono messi a lavorare in settori piu' "pericolosi", tra questi quello delle costruzioni. Il rischio di morire sul lavoro, dunque, per uno straniero diventa superiore del 50% rispetto a...

Osservatorio Sicurezza sul lavoro: 1588 vittime in 3 anni
A volte, purtroppo, lavorare uccide. A volte, anzi spesso, le norme non vengono rispettate o aggirate e a pagare il prezzo più alto sono i dipendenti. Le morti per incidenti sul luogo di lavoro negli ultimi tre anni, in Italia, sono ben 1588, più di una persona al giorno. Il dato drammatico emerge da una ricerca dell'Osservatorio sicurezza sul lavoro di Vega Engineering di... di ANTONIO FERRARO

Tragedia in Perù: Cade aereo di minatori nel nordest, nove morti
Un aereo che trasportava i lavoratori di una miniera d'oro peruviana si è schiantato nel nordest del Paese a causa del maltempo. Secondo una prima ricostruzione il piccolo velivolo, a causa del cattivo tempo, sarebbe andato addosso a un cavo ad alta tensione, precipitando. I passeggeri lavoravano per la miniera Marsa.

Ilva, prossima settimana sarà interrogato operaio scampato alla morte
Non è più sotto shock Antonio Liddi, l'operaio dell'Ilva scampato alla morte giovedì scorso precipitando da dieci metri di altezza.Verrà ascoltato la prossima settimana perché il pm vuole sapere cosa sia accaduto quella mattina. Ieri la Procura è tornata all'Ilva - qui già stata nelle ore successive alla morte di Moccia -... di I.B.

Ilva, sotto shock l'operaio precipitato ieri
Non si è ancora ripreso Antonio Liddi, l'operaio di 46 anni che ieri è precipitato da una passerella situata a dieci metri di altezza all'interno della batteria 9 del reparto cokeria dell'Ilva di Taranto. Insieme a lui c'era Ciro Moccia, un collega che è morto sul colpo. Liddi non ricorda l'incidente. Questo riporta al personale del Servizio di...

Lavoro: CGIL, Ilva e Thyssen fatti gravi e inaccettabili
“Due fatti, gravissimi e inaccettabili, che sono sintomatici della situazione di profondo disagio in cui versano i lavoratori ed il lavoro nel nostro Paese”. E' quanto afferma in una nota la CGIL in merito alla morte di un altro operaio all'Ilva di Taranto, e il ferimento grave di un altro, e alla sentenza di Torino relativa al processo Thyssen Krupp. La CGIL esprime quindi...

Meno morti sul lavoro nel 2012, ma è la crisi a fare la differenza
“Il trend discendente per infortuni e morti sul lavoro viene confermato anche nel 2012”. Lo ha detto stamattina ai microfoni di Radio1 il direttore generale dell'Inail, Giuseppe Lucibello, anticipando i dati dell'istituto riferiti al 2012, che saranno presentati ufficialmente ad aprile. “Al 31 dicembre 2012 ci risulta una cifra di 654mila denunce di infortuni sul lavoro : ci...