Lunedì 03 Agosto 2015 - Ultimo aggiornamento 21:45
Logo ControLaCrisi.org
Filtra per luogo...
Filtra per tema...
Filtra per data ...
Nascondi
Muore in fabbrica l'ultimo giorno di lavoro
E' morto in fabbrica e nell'ultimo giorno di lavoro. Dopo poche ore avrebbe finito il turno e sarebbe scaduto anche il suo contratto di assunzione di tre mesi.Il protagonista di questa brutta vicenda è Denis Silvestrin, di 34 anni di Conegliano (Treviso), che si trovava nel capannone quando è rimasto schiacciato da una pressa intorno alla quale operava. La forza della macchina non gli ha lasciato scampo e all'arrivo del personale del 118 ogni tentativo di soccorso è stato vano. Il 34enne coneglianese lavorava nell'azienda Sarom di via del Lavoro a Orsago,...
Centrafrica: crollo tunnel in miniera d'oro, morti 45 operai
E' una vera strage di operai quella avvenuta nella Repubblica del Centrafrica, dove almeno 45 minatori sono morti rimanendo sepolti nel crollo di un tunnel di una miniera d'oro del villaggio di Ndassimain. Le autorità raccontano ai media locali che il cunicolo sotterraneo in cui i minatori stavano lavorando si è sbriciolato dopo che forti piogge si erano abbattute, sul distretto di...

Semplificazioni (mortali)
Si chiama Duvri e sta per Documento di valutazione dei rischi: serve a valutare appunto i rischi del lavoro nei cantieri (dove spesso convivono più ditte e ognuna fa come gli pare soprattutto in tema di sicurezza).Si chiamano Psc e Pos, e stanno rispettivamente per Piano di sicurezza e coordinamento e Piano operativo di sicurezza, due atti formali che il datore di lavoro deve redigere nei...

Eternit: indagini su 130 morti a Siracusa
Il pm di Torino Raffaele Guariniello ha disposto un'indagine epidemiologica su un campione di 900 persone legate allo stabilimento Eternit di Siracusa, che non era rientrato del maxi processo contro i vertici della multinazionale dell'amianto il cui appello si e' chiuso qualche settimana fa con la condanna a 18 anni di carcere del manager svizzero Stephan Schmidheiny, unico imputato rimasto dopo...

Eternit: Guariniello, quante altre stragi dimenticate?
“Sono entusiasta per questa sentenza ma nello stesso tempo mi arrabbio pensando a quante tragedie sul lavoro, con o senza l'amianto di mezzo, sono state dimenticate dalla giustizia”. All'indomani della storica sentenza di appello nel processo Eternit, il pm Raffaele Guariniello interviene con un'intervista rilasciata alla Stampa. I 18 anni di carcere per Stephan Schmidheiny sono...

Cina: 119 lavoratori morti in un incendio. Si confermano le gravi negligenze pubbliche e private sulla salute e sicurezza nel lavoro
119 operai sono morti, 60 sono rimasti feriti e molti ancora sono dispersi a causa di un incendio in un'azienda per l'allevamento dei polli, la Jilin Baoyuan Poultry Company, a Dehui nella provincia nord-orientale cinese di Jilin, a circa 850 chilometri a nord-est di Pechino. Il rogo è stato preceduto da tre esplosioni e si è poi sviluppato nell'impianto, che conta 1.200...

Cina: incendio in fabbrica, morti oltre 100 operai
È di oltre cento morti e decine di feriti il bilancio di un incendio che si è sprigionato in un'azienda di allevamento e macellazione di polli in Cina. Gli operai della struttura, a quanto si apprende, sono rimasti intrappolati: un centinaio di loro è riuscito a fuggire, ma il cancello di ingresso era chiuso a chiave. Al momento dell'incendio, per cause ancora da chiarire,...

Federconsumatori, promozione di campagne per boicottare marchi che non rispettano diritti di consumatori e lavoratori
Si sono concluse ieri nel Bangladesh le ricerche dei corpi dei 1.127 operai, vittime di una tragedia, sì, ma soprattutto di un mercato che ignora ancora la sicurezza, come i diritti delle persone e anche la tutela dell’ambiente in nome del profitto. Altro fatto grave e' quello della Cambogia: altro dramma, altri lavoratori sotto le macerie.I grandi marchi dell’abbigliamento low... di I.BORGHESE

Cambogia, crollo fabbrica di scarpe. Centinaia di operai sotto le macerie
Una tragedia dietro l'altra e non può calare dunque l'attenzione sulla sicurezza sul lavoro. Dopo i gravi fatti del Bangladesh infatti altro dramma e questa volta vede coinvolta un'azienda, ma siamo in Cambogia: si tratta del crollo di una fabbrica di scarpe. Centinaia di operai sotto le macerie, tre sono i corpi ritrovati di operai, sei le persone con ferite gravi ricoverate in ospedale.... di I.BORGHESE

Bangladesh, dopo la tragedia le multinazionali iniziano a parlare di sicurezza sul lavoro
Le grandi multinazionali come H&M, Tesco e Zara, che affidano parte della loro produzione a fabbriche in Bangladesh, si sono dette disponibili alla firma di un accordo sull'aumento della sicurezza del lavoro nel Paese asiatico, della durata di cinque anni. L'annuncio giunge da IndustriAll, uno dei due gruppi sindacali che hanno lavorato all'accordo, nel giorno in cui terminano...